martedì 28 settembre 2010

La Sposa di Klimt - Moda sposa 2011

Collezione  Giovanna Sbiroli
Quando scrissi questo post, dopo pochi minuti venni contattata da una ragazza conosciuta durante un seminario di psicologia l'anno scorso, a Roma. Mi ha proposto di contattare una stilista pugliese, "creativa e visionaria", secondo lei. Mi ha suggerito questo link, per documentarmi.

Incuriosita dall'abbinamento Klimt e abito da sposa, dall'esaltante presentazione che ne aveva fatta la mia amica, ho sbirciato nel sito e contattato la diretta interessata personalmente, via facebook.
Florisa Sciannamea, questo il nome dell'artista, è responsabile dell'ufficio stile e progettazione all'interno dell'azienda Giovanna Sbiroli.

Il mio presentarla a voi nasce dalla voglia di far conoscere il lavoro di una persona con talento.
Una persona capace di seguire la propria vocazione, un esempio positivo e di speranza. Soprattutto ho voglia di condividere con voi un'esperienza che mi ha emozionata. Mi piace l'idea del connubio pennello e cucito, sartoria e tavolozza. 
La sua voce racconterà chi è, cosa fa, quali sono i suoi valori, la sua ispirazione.
Quanto leggerete di seguito è tratto (con consenso) dalle mail che ci siamo scambiate in questa giornata.
Le ho chiesto di parlarmi di sé, del suo lavoro, non volendo interferire con lo "stile giornalistico" nel mondo dell'arte.

Ecco quindi Florisa Sciannamea
la sua arte e 
l' anteprima 
per il mio blog della 
collezione primavera estate moda sposa2011.



Collezione primavera estate 2011, "LeMuse"










Cara Carolina,
ti invio tre immagini dei miei abiti collezione P/E 2011 e una breve descrizione della mia attività.
Dirigo  in qualità di "project manager" l'ufficio stile della Giovanna Sbiroli Alta Moda Sposa curando le due linee prodotte dall'azienda :GiovannaSbiroli -SiJO . Sono fashion designer free lance.e collaboro con diverse aziende del settore disegnando le collezioni sposa. In più disegno una linea che firmo personalmente e che viene prodotta da un laboratorio di Putignano. La signora Grazia Marchitelli è figura altrettanto centrale e importante in questo laboratorio, giacchè produce, distribuisce e porta il suo impegno costantemente nella nostra attività. La linea di cui mi occupo, tra le varie cose, si chiama "leMuse".  Le collezioni partono di solito da un tema a cui mi ispiro...può essere un artista o un periodo storico o un riferimento letterario. Una volta, per esempio, mi sono ispirata alle "Metamorfosi" di Ovidio,un'altra volta alle porcellane cinesi ,un'altra volta ancora alla donna di Gustav Klumt di cui ti mando in un'altra mail le immagini. Successivamente la mia ricerca si concentra sulla scelta dei tessuti e i materiali,poi passo allo schizzo-progetto. Dopo aver scelto con i miei collaboratori i disegni che ci sembrano più giusti e inerenti alle esigenze del mercato, il lavoro passa alle modelliste che preparano il prototipo con i tessuti in essere. Intanto io studio l'eventuale ricamo sia nel disegno che nei materiali insieme alla ricamatrice.Una volta approvata la scelta si passa al ricamo sull'abito.Si studiano anche gli accessori come fiori,coprispalle,velo ecc.ecc.
Per ogni abito si ipotizza anche una variante colore ,ricamo e cambio di tessuto se necessario.
Quando disegno un abito penso necessariamente a colei che lo dovrebbe indossare,cerco di rendere più bella questa donna e penso a come eventualmente esaltarne i pregi e nasconderne i difetti (una vita tropo larga,un seno troppo piccolo o grande ecc. ecc.).Mi servo  di correzioni ottiche e percezioni della forma per ottimizzare il risultato finale miscelando nuaces di colori e vari pesi di tessuti. Le esigenze sono molto diverse fra il Nord , dove spesso ci si sposa dopo la convivenza e non si vuole spendere molto per la cerimonia, e Il Sud dove ancora è importante il rito del matrimonio e dell'abito.Si cerca quindi di diversificare il prodotto per accontentare le varie esigenze senza comunque perdere di vista l'internaziolizzazione ...il Made in Italy è ancora la nostra forza anche se fortemente penalizzata nel prezzo dalla concorrenza cinese che vende gli abiti a 50 euro a negozianti senza scrupoli che li rivendono  poi a ignare e sprovvedute sposine con ricarichi enormi come se fossero di produzione italiana.
Oltre al mio lavoro di fashion designer ho anche l'incarico di docenza di Design presso la facoltà di Scienze e Tecnologie della Moda  dell'Università di Bari.
Spero di essere stata chiara anche se un pò lunga.
Il sito internet è in allestimento e appena pronto ti darò l'indirizzo.
un caro abbraccio ed in bocca al lupo per il tuo lavoro
sono sempre a tua disposizione
ciao
Florisa
"LeMuse"
LeMuse

Collezione Sbiroli.

0 messages:

Posta un commento