venerdì 31 dicembre 2010

Ciao, ciao 2010!

"Stanotte è la notte delle notti". 
No, nessuno sbarco in Normandia, semplicemente.... Capodanno! 
I minuti paiono volare sin troppo frettolosi, anche se è appena mattina, il sole nemmeno appare in quel cielo sovrastato da nubi, quale è il cielo della capitale a quest'ora. I preparativi per stanotte, comunque, sono già iniziati. Così come l'archiviazione di idee e creatività per il nuovo anno che attende questo blog!
Solitamente il 31 dicembre è il momento propizio per i bilanci, i buoni propositi, le speranze, l'elenco delle disillusioni, la scelta dell'ottica "in positivo" o "in negativo". 
E' un rito di passaggio, importante in quanto tale, e quindi non mi esimerò dal viverlo.
Quest'anno lo farò "a modo mio", ovvero in stile oroscopo.


AMORE: Il 2010 è stato l'anno d'inizio della convivenza
Questo avvenimento ha modificato molto il mio rapporto con L., in meglio e in profondità. 
La qualità della nostra vita è nettamente migliorata con la riduzione delle distanze (prima ci separavano 700 km). Il 2010 è stato anche "l'anno ufficiale" del nostro fidanzamento con tanto di simbolo e famiglie conosciute. Dopo i primi mesi iniziali, io e L. abbiamo compreso quanto ci sarebbe piaciuto lavorare insieme, in alcuni ambiti e siamo riusciti a trovare uno spazio per poterlo fare e dei progetti in comune da far crescere con il tempo. Nei nostri progetti futuri: il matrimonio e l'acquisto di una casa con ampio spazio per cani e gatti, librerie a parete, dondolo e vasca idromassaggio.

ISTRUZIONE: Il 2010 ha portato la conclusione dei cicli di studi mio e di L. L'inizio di un master per me, un corso di giornalismo e, finalmente, la possibilità di auto-apprendimento per entrambi, basata sull'approfondimento degli argomenti che sono passione per noi. E' stato un anno difficoltoso perché lo stress e la stanchezza ci ha portato alle tesi finali privi di energia. Tuttavia il suggerimento di Joda ci ha aiutati.

LAVORO: per quanto mi riguarda il 2010 è suddivisibile in una parte molto amara e in una molto creativa. Quella amara include tutte le disillusioni e le false promesse di lavoro, i colloqui che mi sono stati fissati in hotel, quelli per farti perdere tempo, la ricerca affannosa e spasmodica di un lavoro retribuito e con contratto umano, l'incontro con i folletti, Herbalife e società energetiche incapaci di proporre condizioni seri, le ripetizioni scolastiche, i pellegrinaggi alle fiere sul matrimonio in cerca di sbocchi.
La parte amara include anche l'incontro con millantatori pieni di nomi e non di sostanza. 
I pesanti insulti ricevuti perché ho chiesto se era previsto un contratto alla base dei servizi e dei lavori richiesti. Include anche le tante risposte negativi ai tanti curriculum inviati: "Se vuoi scrivere fai pure, ma non ti pago". Oppure le non risposte.

La parte creativa include le idee che hanno abbracciato questo blog, il progetto di difesa personale, gli altri progetti che io e L. stiamo vagliando. La mia tesi su Oriana Fallaci che potrebbe diventare un libro, i contatti, le pubblicazioni di articoli, interviste alle mie autrici fantasy preferite
La pubblicazione della mia prima raccolta di racconti
La creazione dei primi capitoli del romanzo incentrato su Giulia ed Eva, il lasciarlo a riposo, l'aggiungerci lievito e strumenti per poi riprenderlo in mano con più consapevolezza. 
La parte creativa include anche la consapevolezza che è difficile seguire "la via della scrittura". Quest'anno è stato molto arduo seguire questa "via" perché l'ansia e l'affanno del lavoro, nonché la necessità di concludere gli esami e scrivere la tesi, mi hanno portata molto distante dal mio libro.

SALUTE: La mia salute, quest'anno, è stata molto cagionevole. Probabilmente ho somatizzato molto stress e molta rabbia con conseguenti problemi fisici cadenzati. L'accettazione del mio trasferimento non è stata facile e ancor oggi ha i suoi strascichi. A livello di salute ne subisco le conseguenze. Se ci includiamo gli effetti della muffa, di un frigorifero napoleonico, di altri aspetti che io considero poco corretti verso di noi, immagino che il mio quadro clinico sia bello e che pronto. Sono stata molto male, fisicamente, quest'anno. 
Ho conosciuto attacchi di panico, di ansia e molto altro. 

In compenso sono riuscita a perdere 12 cm del giro fianchi e a passare dalla taglia 52 alla 44-46. Con il tempo conto di scendere ancora. Ogni tanto il fuoco di Sant'Andrea e l'herpes si fanno sentire in forma lieve. Il clima più mite rispetto alle temperature e all'umidità friulana mi ha aiutato molto con le ossa e con la schiena. 

CONQUISTE PERSONALI:  Il 2010 è stato l'anno del ribaltamento totale di molte mie convinzioni. La mia fiducia in me stessa è stata messa a dura prova.Ho imparato a guidare anche nel traffico forsennato della capitale, a prendermi cura di una casa in tutte le sue forme (dalle piante, alla dispensa, ai ritmi di lavaggio, al guardaroba, alla pulizia e disinfezione, alla cucina, all'economia). 
Essere riuscita a portare a termine la laurea, dopo appena 9 mesi dal trasferimento, è stato un traguardo veramente significativo. Essere riuscita ad avere una connotazione all'interno dell'urbe è stato un altro elemento che mi ha dato una boccata di serenità. 
Ho aperto le porte del mio cuore a persone-risorse, ovvero quel genere di persone che hanno tanto da offrire e che sono felici di condividere con me, che mi stimano e che pensano che io abbia qualche cosa di bello da poter dare loro. Ho capito che tante credenze su cui basavo la mia vita in Friuli, non erano monoliti, ma parti di un credo da cui mi sono distaccata, con il tempo. 
Ho imparato che c'è una genetica e c'è una rete di relazioni valida tanto quanto, se non di più. 
Sto imparando a dire quando sono arrabbiata, in modo diverso. 
Sto cercando di imparare ad avere fiducia nel prossimo, nonostante tutto, perché non credo che chiudermi in un bozzolo di cinismo mi aiuti a vivere meglio. Ho conosciuto personalmente un cinismo arido e ho conosciuto la povertà interiore che questo porta, la sofferenza che la mancanza di nutrimento e di amore in senso ampio, dato dalle porte serrate della mente e dell'anima. 
Sto imparando a chiudere le porte con il passato. 
Ho scoperto che sono brava con i bambini, io che sono cresciuta con l'idea di essere totalmente inadatta a diventare madre o ad avere a che fare con i pargoli.... mi ritrovo ad averne spesso in braccio, talmente sereni da addormentarsi senza problemi, adagiati a me. 
Mi sono anche scoperta capace di apprezzare i giochi per pc e per console, sentendo tutto questo come "bello" e non come "cosa negativa", com'era stato sino a quando vivevo in Friuli. 
Ho imparato ad accostare meglio i colori nel vestirmi, a permettermi una trousse di trucchi una tantum. ho imparato che il ibo non è l'unica soddisfazione che una persona può avere. 
Ho imparato che il rapporto uomo-donna d'amore non ha niente a che vedere con un "tirare la carretta" sentendosi vittima e al contempo perfetta. Anche la dimensione del "comprendere-ascoltare-accettare" ha cambiato connotazione quest'anno. Non è un peso, è un modo per scoprire la propria e l'altrui umanità, cercando terreni in cui venirsi incontro.

Fra i miei obbiettivi del 2011 metto in cima alla lista la voglia di sentirmi libera dalle manipolazioni di coloro che tramite me vogliono realizzare sogni che non sono stati in grado di realizzare in maniera autonoma. 
Non ho intenzione di accettare alcuna imposizione, men che meno familiare o acquisita. Voglio sentirmi libera dai tentacoli e dai sensi di colpa di chi pensa che io sia ricattabile o controllabile. Sono una persona libera e voglio continuare ad esserlo, costi quel che costi, anche in termini di solitudine, malcontento o giudizi.
Per me la mia libertà personale viene prima di qualsiasi altra cosa, amore incluso. 
Non baratterò mai la mia libertà con nulla, proprio perché mi è costato carissimo raggiungerla. Non è questione d'età o di mancanza di una fede al dito che mi "porterà sulla retta via". E' questione di via interiore. Non c'è nulla che possa valere la mia libertà.

VIAGGI: pochi e in Italia, quest'anno. Uno per lavoro e gli altri per andare a trovare la mia famiglia d'origine in Friuli. Conto di viaggiare molto di più nel 2011 e di sentirmi più libera anche in questo senso. 

AMICIZIE: il 2010 mi ha portato il ritrovamento di amicizie e persone are con cui i rapporti si erano interrotti tempo fa, per svariati motivi. l'amicizia sta rinascendo e sbocciando su binari completamente diversi, grazie al vento in poppa del cambiamento che spira nelle reciproche vele. Sono riuscita ad avere amicizie all'interno della nuova università, a mantenere qualche contatto con le ex colleghe, a coltivare nuovi legami con persone che condividono con me la passione per la letteratura, la cultura, Jung, la psicologia, la fantasia, la creatività. Ho conosciuto il piacere di avere la casa piena di amici, in festa e la ricerca dei doni per ognuno di loro. Le amicizie via blog sono le più particolari. La lettera di Marta è stata il dono più bello che io abbia ricevuto in questo Natale, nel mondo "virtuale", e la ringrazio ancora tanto per il suo pensiero.

Questo è stato il mio 2010. 
Obbiettivi per l'anno che verrà? Amare, vivere, creare. Niente di più.

TANTI AUGURI A TUTTI VOI!!!

21 messages:

Senti una Cosina... ha detto...

Lo trovo un post bellissimo, e ahimè in molte cose mi ci rivedo, rapporto a distanza, la laurea, i corsi di perfezionamento, la ricerca del lavoro. Ecco io mi sono divertita a leggerlo. Con un pizzico di magia vorrei proprio che questo 2011 sia speciale per tutti, anche per te!
Buona fine, buon inizio, e buoni festeggiamenti.
Mi raccomando qualcosa di rosso!
Un abbraccio

TuristadiMestiere ha detto...

wow, questo "oroscopo" speciale è un riassunto bellissimo della tua vita, per me che ti conosco da pochissimo, quindi l'ho particolarmente apprezzato! Ottimi propositi per il 2011 e piccola osservazione sulla salute: impara a incanalare la rabbia e lo stress su altro perché il fisico grida vendetta! Un caro abbraccio e un 2011 come lo vuoi tu!

Occhi di Notte ha detto...

@Senti una cosa: penso proprio che questo "stato di cose" si accomuni a tante persone. Sono contenta che ti sei divertita, leggendo il mio post! benvenuta e a presto!

@Turista: Ehhhhh... hai proprio ragione! Ma è veramente complicato...però, giuro, mi ci impegnerò!

Bert ha detto...

Però! Un anno bello pieno... Ti auguro un 2011 sempre pieno, ma solo di buone cose.

Occhi di Notte ha detto...

Molto pieno! Ti ringrazio e ricambio!

LaFlautista ha detto...

Che bel post! Grazie perchè mi hai resa partecipe di tutte queste esperienze meravigliose.
Un abbraccio e tanti auguri... dal Friuli!

Occhi di Notte ha detto...

Grazie a te per essere passata e aver condiviso con me!

Vince Symo ha detto...

Caspita, un anno davvero intenso!
Che il tuo 2011 sia un anno pieno d'amore, di vita, di creatività!! :)
Che i nostri sogni, progetti, ambizioni si possano realizzare!! ;)

Un abbraccio!

Sonia Ognibene ha detto...

Ti auguro un anno all'insegna della realizzazione personale che meriti!

Occhi di Notte ha detto...

Vi ringrazio, un abbraccio e tanti auguri!

Graziana ha detto...

Con l' augurio che tutti i tuoi progetti e i tuoi sogni possano realizzarsi al più presto...

AMARE, VIVERE, CREARE: Grazie!

marifra79 ha detto...

Carinissimo il tuo post! Il kugelhopf ha un sapore molto diverso dal pandoro... è più simile al panettone. A dire la verità io lo preferisco al panettone!!
Buon anno nuovo!!!!!Un abbraccio!!!!!!

Simona ha detto...

E' vero, è tempo di bilanci. Sai che l'anno scorso ho tentato di scrivere i buoni propositi per il nuovo anno e non ne ho realizzato manco uno?
Ti auguro Buon Anno e che si realizzino i tuoi sogni. Proprio come vuoi tu!
Un sorriso :-)
Simo

Occhi di Notte ha detto...

Grazie a tutti voi!

Marco Abundo ha detto...

Davvero un bel post!
Complimenti per essere riuscita ad esporti così, vera e indifesa, e a condividere con gli altri questo tuo bilancio interiore.
Le cose andranno sempre meglio, vedrai! L'importante sarà mantenere, con continuità, l'entusiasmo del cambiamento anche dopo che questo è avvenuto.
Un abbraccio e buon anno!
Marco

Occhi di Notte ha detto...

Ti ringrazio per l'affetto e il modo in cui mi infondi coraggio e speranza. Farò il possibile per preservare l'entusiasmo e la passione nel vivere e nel fare.
Un abbraccio!

giorgio ha detto...

Ti auguro un ottimo 2011.
Spero che tu sia felice.
Giorgio

Marta Traverso ha detto...

Leggere questo post è stata un'emozione immensa. Ogni tanto interrompevo la lettura e mi dicevo "questa frase potrei averla scritta io". Scoprirmi poi citata alla fine è stato un regalo bellissimo, e ti ringrazio di cuore!

Ribadisco che sono felicissima di averti 'virtualmente' conosciuta!

Buon 2011 nel percorso che ci accompagna verso i nostri sogni.

Marta

R. ha detto...

è davvero un'emozione questo tuo post, come tutti dicono! viene voglia di chiacchierare o meglio di ascoltarti per ore...sapere che tutti questi cambiamenti sono avvenuti in un anno (che merita un secolo) mi fa sentire il sapore di aver capito molte cose in più...e la curiosità e la voglia di ascoltarti e di ringraziarti!
un abbarccio e a prestissimo!ci conto!

Occhi di Notte ha detto...

Sarebbe bello chiacchierare per ore..come forse mai abbiamo fatto... :-)
Spero di riuscire a venire in UK entro i primi tre mesi di quest'anno... :-)

UIFPW08 ha detto...

I miei migliori auguri per te
Buon 2011
Maurizio

Posta un commento