lunedì 22 febbraio 2010

I giorni del tea e delle rose - Jennifer Donnelly

"I giorni del tè e delle rose" di Jennifer Donnelly è una meravigliosa scoperta, una continua carezza, una continua seduzione, un continuo vedere attraverso la lente delle parole l' atmosfera della Londra fine '800 e del Tamigi, soprattutto.


Divorato.

Quasi 700 pagine lette con fame, con impossibilità di staccarsi. Di fare altro. Di non pensare a Fiona, a Joe, a tutti gli altri. Pochi i libri che hanno dato una caricatura dei personaggi così profonda e così veritiera, tanto che i nomi diventano persone incastonate in un mondo, una storia, delle relazioni, dei sentimenti, del valori.

giovedì 11 febbraio 2010

La foiba grande - Carlo Sgorlon

Ormai non ho alcun dubbio: ho capito perchè Carlo Sgorlon è stato rigettato dalla nostra cultura, dove per nostra intendo italiana e friulana. "La foiba grande" si palesa come la miglior spiegazione a tale quesito che mi ero posta nel momento della sua morte. 
Perché uno come lui è rimasto sullo sfondo, possibilmente dimenticato anche da vivo? Lampante.

sabato 6 febbraio 2010

Omaggio alla mia terra.

Oggi è un mese che mi sono trasferita.

Ricordo la mia Terra con la voce di uno dei suoi personaggi più conosciuti e significative:
Carlo Sgorlon.

"... Le sue statue adesso nascevano in modi più convinti che mai, perchè aveva ripreso possesso di ciò che gli era appartenuto da ragazzo, senza sapere, allora, che si trattava dell'aspetto più vero e ricco della sua persona.