lunedì 17 gennaio 2011

Accessibilità e usabilità del blog

Immagine tratta da: www.online-marketing.it

Usabilità e accessibilità sono due parole chiave. 
Da dicembre ad oggi, con Marta Traverso , abbiamo parlato del giornalismo via web realizzato anche attraverso il blog. Ho dato spazio alle riflessioni sul valore economico del lavoro on line, cercando informazioni sulle tariffe e sui diritti dei lavoratori inerenti a questo settore. 
Oggi voglio ampliare il discorso e vi chiedo: quanti di voi conoscono blog con queste caratteristiche? 

Scrittura con carattere piccolissimo, contrasto di colore che penalizza la lettura, template molto pesante, musica che si accende di default non appena il blog viene aperto, mancanza o sovrabbondanza di link.

Il blog è un luogo pubblico, indipendentemente dal fatto che per noi sia solo un gioco, un passatempo, oppure un canale per costruire un lavoro o per lavorare come redattore, web content e via dicendo.
Ciò significa solo una cosa: non siamo da soli.
Aprire un blog e cercare di creare una professione, una reputazione, una fama, un guadagno, è una realtà che ancora meno può ignorare questo aspetto peculiare del web. Quasi tutti i blog hanno liste di lettori, seguaci di Facebook o indicatori di visite. Basterebbe questo per indirizzare l'autore a una riflessione più ampia rispetto sé stesso.
Il blogger non è solo, non parla a sé stesso

Se non vuole essere letto, immagino sia più corretto pensare a un blog privato, con accesso negato a tutti oppure ai più. Se il blog è pubblico, è importante considerare l'aspetto legato al pubblico. Come?
Vi rispondo con un'ennesima domanda: quanti di voi considerano l'importanza di essere leggibili, chiari, accessibili agli utenti? Quanti di voi considerano che dietro allo schermo ci può essere una persona con dieci decimi di vista tanto quanto un cieco? Quanti considerano, nella scelta della grandezza del carattere, nei colori del template, dei link, delle parole in evidenza, l'impatto che questo avrò sulla vista e sulla percezione dei propri lettori?

Sono capitata in molti blog pieni di post lunghissimi con carattere 8, blu, pubblicati magari su sfondo nero.
Mi è stato impossibile leggere. Mi sono sempre chiesta perché scegliere come colore di sfondo il nero, che è simbolo di lutto, di morte. Avete mai fatto caso alla simbologia del colore e a che cosa trasmettete attraverso questo?

Quante volte sono entrata nei diari personali elettronici e subito si è accesa a tutto volume la playlist? Quante volte ho dovuto fare la caccia al tesoro per trovare il luogo esatto dove poter spegnere il finto i-pod per blog? Tante, tantissime. E mi sono sempre chiesta: ma è necessario tutto questo?
Possibile che l'autore del blog non pensi che una persona può essere ovunque con il pc e questo imporre l'ascolto di canzoni potrebbe causare problemi? Ci sono tanti modi per farsi conoscere, per condividere i propri gusti e le proprie emozioni, senza per questo ledere gli altri. Non è necessario entrare nella vita degli altri come fossimo elefanti che urlano: mi devi ascoltare, non mi importa nulla di te, questo mi piace e questo c'è, punto e basta! Non siamo soli. 

Anche se scriviamo un blog che tratta il ricamo o come limarsi perfettamente le unghie, non siamo soli
C'è sempre qualcuno dietro allo schermo. Noi dobbiamo pensare a quel qualcuno. Basta poco per generare rispetto, anche in un luogo aperto come il web.
A volte, scorrendo gli altrui blog, mi sono imbattuta in template talmente ricchi da limitare non solo i tempi di caricatura della pagina, ma anche la lettura. Alcuni sono pieni di arzigogoli fantasiosi che, a mio avviso, benché belli, generano confusione nel lettore. In altri ancora le informazioni sull'autore sono relegate a fondo pagina.


Questi sono solo esempi, briciole di un discorso ampio e complesso, in alcuni casi molto specialista.
E' un inizio, una riflessione per prendere consapevolezza. Lavorare sul web, guadagnare on line, scrivere per gli altri, farsi conoscere, non può prescindere dal considerare questo.

Non basta il SEO da solo, non basta saper qualcosa di grafica, non bastano i contenuti, non basta il linkaggio furioso. Non basta l'approccio "io scrivo, stika degli altri". Non è così. Non può essere così.
Scegliere un font e un carattere che facilitano la lettura ai lettori non richiede grande impegno, solo buona volontà e attenzione. Preferire la semplicità può rivelarsi una scelta utile e apprezzata.
I colori tenuti aiutano la vista. La chiarezza nei menù, la scelta di coerenza nell'individuazione dei grappoli di link. Non bastano nemmeno queste semplici regole, perché oltre il web c'è studio, professionalità, esperimenti, unione e collaborazione di più discipline.
Ma per ora questi accenni e queste riflessioni possono risultare sufficienti per aprire un dibattito in merito.

Che cosa ne pensate voi? 
Qual è la vostra esperienza? 
Avete mai fatto caso a queste piccole cose che fanno la differenza?

41 messages:

  1. Ciao, nell'attesa di sentirci prestissimo (sono all'opera) ^^, ti lascio questo:
    http://emotionallysally.blogspot.com/2011/01/sunshine-award.html
    Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  2. Senti una Cosina...Jan 17, 2011 04:37 AM

    Sai, anche io la penso esattamente come te. I colori vivaci mi piacciono molto, però per carità, il troppo storpia.
    Ieri proprio mi è capitato di leggere dei post su sfondo nero e carattere bianco! Una tortura proprio, giuro che ad un certo punto mi pizzicavano gli occhi.
    Avere un blog significa appunto condividere la proprio vita e le propie opinioni, non in modo prepotente, ma invitante, secondo me. Musiche in sottofondo, pubblicità, link su link...mi fanno solo perdere l'orientamento.
    Non è un invito alla lettura questo...
    Ricambio l'abbraccio, grazie :)

    RispondiElimina
  3. concordo...ci sono dei blog davvero illegibili che solo ad aprirli il computer rischia di esplodere...che ne pensi della mia grafica?hai qualche dritta da darmi?

    RispondiElimina
  4. Occhi di NotteJan 17, 2011 07:07 AM

    @MEOtionally: ciao cara, ti ringrazio per il premio, che accetto volentieri! Sentiamoci via mail per definire meglio le tematiche! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Occhi di NotteJan 17, 2011 07:10 AM

    @ Senti una cosina: A volte ho avuto la tua stessa identica sensazione. Che il blog fosse una qualche forma di autismo, aperto per vanità ma criptico a tal punto da scoraggiare la lettura. Anche quei blog pieni zeppi di citazioni più o meno filo-zen sono a dir poco... disorientanti. Un tempo leggevo il blog di una ragazza che mi era coetanea.
    Scriveva per allusioni tutto ciò che viveva nella sua vita. Senza dire nulla concretamente, cercando solo parole che potevano dare un sapore di poesia alla sua prosa. Mancava totalmente di connessione logica.. anche questo la penalizzava. Spesso le persone le chiedevano: ma che intendi dire? Oppure le arrivavano commenti strampalati, di persone lasciate a sé stesse nella comprensione del testo.

    RispondiElimina
  6. Occhi di NotteJan 17, 2011 07:19 AM

    @ Alesya: innanzi tutto ti cito una frase che dice spesso una mia docente al master "non di sola grafica vive un sito, ma anche di tutti gli strumenti logico semantici, psicologici, linguistici, tecnici, informatici, matematici".
    Il tuo sito ha dei contenuti molto interessanti.
    nei post più lunghi ti suggerire di mettere un separatore dopo le prime righe, in modo tale da rendere più agile la lettura e permettere a chi è interessato di proseguire la lettura, mentre a chi non lo è di beneficiare comunque delle tue informazioni concise nelle prime righe.
    Il mio consiglio è di cercare un colore diverso rispetto il giallo, che caratterizza i menù della barra a destra.Non si vedono molto bene i titoli. Prova a vedere se c'è una differenza con l'uso, per esempio del blu, che richiama le tinte del template che hai scelto.
    La mia docente al master sostiene che non ci debbano essere né scrolling verticale né orizzontale, ovvero la barra di scorrimento non dovrebbe esistere, tutte le informazioni dovrebbero essere contenute all'interno dello schermo. Mi prendo il beneficio del dubbio per quanto riguarda la barra verticale dei blog, visto e considerato la differenza che esiste fra blog e sito.
    Rispetto i colori ti suggerirei di modificare anche le scritte alla base dei tuoi articoli, che compaiono in giallino. Si faticano a vedere, secondo me. Quelle dei riquadri in cui chiedi il parere non si vedono quasi per nulla. Darei un colore più intenso anche al testo degli articoli e ti suggerirei un arial 11 come font, perché, mi è stato spiegato, aiuta e facili la lettura.Mai mettere il carattere del font a meno di 11. La vista ne esce spossata alla lettura. :-)
    Spero di esserti stata utile!

    RispondiElimina
  7. TuristadiMestiereJan 17, 2011 07:41 AM

    ottime dritte! In effetti mi capita di abbandonare un testo con carattere microscopico o su fondo nero (e scritta magari blu!) perché leggere deve essere un piacere e non una tortura. Trovo anche io carini alcuni effetti grafici, ma diversi blogger ne fanno un uso spropositato (e a volte rischiano di ingannare un nuovo utente che crede di essere finito nel blog di un'adolescente). La musica dovrebbe essere un'opzione o, almeno, il tasto OFF dovrebbe essere facilmente rintracciabile. P.S. se hai suggerimenti per ottimizzare la resa del mio blog, non mancare di farmeli sapere!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Occhi di NotteJan 17, 2011 07:57 AM

    @ rispetto il tuo sito io rifletterei un attimo sul labeling, perchè probabilmente, fossi inte, metterei prima "about me" e poi tutto il resto, seguendo una logica concettuale ma anche mettendo una sorta di "ordine d'importanza" e di condivisione con gli altri.
    Mi piace molto la presenza delle ultime news.
    Ti consiglio di essere coerente nel chiamare "one million photoes"..usi due diverse diciture: una con 1 e una con "one".... scegline una e rimanile fedele. Anche a te consiglio l'Arial al posto del Times new Roman perchè vari studi hanno dimostrato che questo carattere aiuta la lettura.

    RispondiElimina
  9. concordo, infatti, il mio progetto iniziale era di fare qualcosa che fosse facilmente leggibile e chiaro, poi, però, non ho resistito a qualche piccolo "errore"; va bene che non sono solo e che tutti possono leggere, ma sono io che scrivo, quindi gli errori (voluti e non) che faccio sono una parte di me.

    Detto questo due domande:

    1) e del mio blog che dici? Che consigli hai per me? Ammetto che non so se li seguirò, a causa delle mie capacità limitate o anche perché, come dicevo sopra, alcuni errori sono voluti.

    2)tempo fa volevo inserire della musica, ma tutti i player che trovavo partivano in automatico, e è una cosa che odio anche io; che tu sappia esiste un modo per inserire la musica nel singolo post? L'unico metodo che ho trovato, che permette di fare una cosa simile a quello che intendo, è incorporare un video di youtube e dargli delle dimensioni ridicole, ma non mi pare molto "raffinata" come soluzione...

    RispondiElimina
  10. Occhi di NotteJan 17, 2011 08:24 AM

    @Bert: l'importante è che ne sei consapevole e che non ti "arrabbia" se poi certi "errori" penalizzano il trend delle tue visite e l'afflusso di gente nel tuo blog. Purtroppo..causa-effetto, azione-conseguenza, anche e soprattutto sul web.
    Ci sono talmente tanti siti che basta un clic per "chiudere" la speranza a un blog e passare oltre.

    Per inserire la musica nel singolo post, al momento, mi viene in mente solo il video di You Tube. Ci penso, comunque.

    Cosa intendi per raffinata?

    RispondiElimina
  11. Non intendo niente di che, solo una soluzione che non sia riadattata, il mio ideale sarebbe una semplice barra con play/pausa e stop, qualcosa che somigli a un piccolo media player.

    Ma faccio errori così gravi? Perché magari di molti neanche me ne accorgo (chissà che macelli ho combinato senza saperlo?).

    RispondiElimina
  12. Occhi di NotteJan 17, 2011 08:48 AM

    No, scusami. :-) Non intendevo dire che fai errori "gravi". Intendevo dire che se scegli deliberatamente di adottare delle opzioni che mettono in difficoltà il lettore e il blog ne risente, è importante che tu ne sia consapevole.
    Parlavo di consapevolezza.
    IO non sono un'esperta di valutazione dei siti. Sto studiando e quindi le mie conoscenze in merito sono ancora limitate e in via di sviluppo.
    Posso dirti che quando scegli di usare un carattere piccolissimo, anche solo per alcuni paragrafi o frasi, mi riesce difficile leggere.
    Sui media player non mi sono mai soffermata perchè, in generale, non li tollero. Ma questo è un gusto personale.

    RispondiElimina
  13. grazie mille!il separatore era tempo che volevo metterlo ma devo confessare di non sapere come fare...;( potresti spiegarmelo per favore????ci sono dei codici particolari da inserire?

    RispondiElimina
  14. capito... effettivamente quella è una scelta, il problema della difficoltà di lettura me l'ero posto, ma ho anche pensato che scrivere così piccolo avrebbe portato a due reazioni:
    1) chiusura della pagina;
    2) curiosità per quelle scritte quasi illegibili.
    siccome mi piace chi si sforza di capire (anche perché non so scrivere proprio bene, quindi ci vuole anche un po' di impegno da parte di chi legge per stare dietro ai miei ragionamenti sconclusionati), ho scelto di scrivere in piccolo e (con dispiacere) allontanare qualcuno.
    In questo momento sto usando questo spazio un po' come una chat... scusa

    RispondiElimina
  15. Occhi di NotteJan 17, 2011 09:16 AM

    Anche io pensavo ci fosse un codice HTML da inserire, invece è molto più semplice e rilassante. Spero di riuscire a spiegarmi meglio.
    Quando compili un post e hai deciso di inserire il separatore, per esempio dopo le prime 10 righe, devi semplicemente cliccare quel pulsante che ha come immagine un foglio tagliato orizzontalmente in due parti, una più stretta (a capo), una più lunga ( in basso). Null'altro.

    RispondiElimina
  16. Occhi di NotteJan 17, 2011 09:22 AM

    @Bert: considera una cosa però... avere a che fare con persone che si sforzano di capire e cercare questo tipo di persone è diverso dall'imporre una fatica al lettore. Consideralo come elemento di riflessione e basta.
    Non ti preoccupare, dici cose interessanti per tutti.

    RispondiElimina
  17. non lo trovo.....dove si trova esattamente?nella barra in alto?????

    RispondiElimina
  18. Occhi di NotteJan 17, 2011 09:55 AM

    Apri "nuovo post".
    Conta sette icone, a partire da destra, prendendo come inizio della conta l'icona con ABC.
    POi fammi sapere se hai trovato. :-)

    RispondiElimina
  19. sulla tastiera?

    RispondiElimina
  20. Ho letto prima i commenti e poi il post... non mi ero accorto che era "contratto" dalla homepage. Io ho studiato grafica e non quella pubblicitaria, per 8 anni tra superiori e università e appena sono riuscito sono entrato nel mondo dell'editoria toccando più ambienti; premesso ciò sul web ahimé non esiste regola se non quella dei singoli, che abbiamo o meno una cultura della regole di lettura, e seppure ne abbiano una infarinatura non sempre tra carta stampata e web si possono adottare le medesime regole, benché sia invefce sano accomunarle o trovarne i gisuti compromessi.
    Il disordine di cui fai menzione temo sia legato soprattutto ad una cattiva ricezione dei media che ci circondano ed al proliferare di applicativi web più rivolti alla mercificazione dei prodotti che alla divulgazione e condivisione dei contenuti.
    Gli strumenti per pubblicare sul web sono moltissimi e preconfezionati, e come troppo spesso accade molti blog/siti si riempionio di gadget per accontentare l'occhio del suo proprietario che non ha minimanete idea che ogni parola, scritta, post editata sul web sia una informazioni condivisa ed a portata di molti. In sostanza, manca la cultura e la storia della comunicazione nel vero senso della parola e diventato solo un "urlarsi, sciversi, esplodersi addosso moltitudini di caratteri, suoni, colori" che e quanto sta accadendo anche al di fuori del web (vedi smarphone, ipad, ipod, ecc).

    Rispettosamente Trasmigrant

    RispondiElimina
  21. ci sono le opzioni per centrare allineare a sinistra a destra cambiare il colore il formato al testo...ma quel tasto proprio non lo vedo...
    ;(

    RispondiElimina
  22. Io di accessibilità e usabilità - conoscendo abbastanza l'(x)html per studi fatti e che sto facendo ( non si finisce mai di imparare! ;) ) - un po' ne capisco e ne riconosco ovviamente l'importanza nella presente "generazione" del web. E, infatti, come ricorderai, di recente ho modificato il mio blog anche per questo (ci sto lavorando ancora...), e ti ringrazio ancora delle tue costanti attenzioni al riguardo. :)

    Magari, quando avrò del materiale più corposo e chiaro, ne farò un post (potremmo anche integrare le nostre conoscenze apprese, se vuoi... ;) ) sull'argomento...

    Ti (vi) terrò aggiornati. :)

    RispondiElimina
  23. Occhi di NotteJan 17, 2011 10:08 AM

    @Tramigrant: condivido il tuo pensiero, anche se penso che mettere "una pulce nell'orecchio" sia già un piccolo passo. Piccolo, per carità. Ma con i piccoli passi si creano i grandi cambiamenti. POi sta al singolo recepire e riflettere oppure no.

    @Aly: no non sulla tastiera, direttamente sul format per scrivere.

    RispondiElimina
  24. Occhi di NotteJan 17, 2011 10:10 AM

    @ Vince: magari anche tu potresti aderire alla modalità che io e Marta usiamo, di tanto in tanto. Se scriverai un post sull'argomento, potresti linkare questo post al tuo, in modo tale da creare una sorta di "corrente" e di discorso fra persone e blog. Che ne pensi?

    RispondiElimina
  25. mi arrendo...non lo trovo...non c'è...ti sembrerò un po' ottusa ma proprio non riesco a trovarlo...;(

    RispondiElimina
  26. hai dato degli ottimi consigli e in buona parte sono d'accordo con te, soprattutto per quanto riguarda la musica: può essere molto fastidiosa e creare situazioni imbarazzanti quando si accede ai blog e si è in un luogo pubblico. Io ho risolto togliendo l'audio o usando le cuffie; per il resto credo che dipenda molto dallo scopo per cui si apre il blog: se si parte con l'obiettivo di autopromuoversi hai ragione al 100%, non si può ignorare il lettore, se invece il blog è solo un hobby credo sia concessa un pò più di libertà, ovviamente senza cadere nel grottesco delle scritte sbrillucicanti o del gadget selvaggio. Comunque per quanto riguarda la mia esperienza personale mi ci è voluto un anno buono per capire che "non sono sola", non ero (e non sono) esperta di web e certe cose le ho imparate strada facendo. l'importante credo sia cercare sempre di essere corretti e rispettosi verso gli altri

    RispondiElimina
  27. Occhi di NotteJan 17, 2011 10:23 AM

    No dai. Provo a spiegarmi meglio. :-) E' semplice.
    1) vai sulla bacheca di blogger
    2) vai su NUOVO POST
    3) ti si apre la tipica schermata
    4)scegli l'opzione "Scrivi" al posto di "modifica HTLM"
    5) posa il tuo sguardo sulla lista di bottoni-icone sotto lo spazio bianco del titolo
    6) CONTA 14 ICONE DA SINISTRA, oppure 7 da destra. si trova fra "inserisci un video" e "allineamento".
    7) scrivi un testo, scegli quando mettere il separatore (che blogger chiama intervallo, ho visto ora).
    8) clicca sull'icone che hai individuato prima
    9) ti compare una riga tratteggiata sotto l'ultima frase che hai scritto.
    Intervallo o separatore inserito correttamente!

    RispondiElimina
  28. Occhi di NotteJan 17, 2011 10:25 AM

    @Hobina: mi vedi pienamente d'accordo con te. Sai..molte blogger hanno iniziato come semplici appassionate di... cucina, cucito, handmade etc... ma poi hanno visto risultati e il lavoro è arrivato anche così. Un minimo di occhio e attenzione verso gli altri fa sempre bene... :-)Anche con un pizzico di lungimiranza.. in tempo di crisi non fa male, in genere.

    RispondiElimina
  29. Che blog, on apprend beaucoup ici
    Bonsoir !

    RispondiElimina
  30. Occhi di NotteJan 17, 2011 11:30 AM

    Grazie!

    RispondiElimina
  31. Sì, io faccio molto caso a tutte queste cose, infatti nelle colonnine del blog metto il minimo indispensabile, per non sovraccaricare la pagina e per concentrare l'attenzione sui post. Hai proprio ragione, è anche una questione di rispetto verso chi legge, che non deve essere ostacolato nella lettura... e poi nemmeno a meno vanno giù i blog con la musica automatica!

    RispondiElimina
  32. Occhi di notte... sono d'accordo con te: "seminare" non guasta mai, si corre anche il piacevole rischio di ritrovare nuovi stimoli e nuove idee.

    RispondiElimina
  33. Occhi di NotteJan 17, 2011 01:29 PM

    @Vele: condivido e anche il mio blog (che è piuttosto pieno ai lati) si sta evolvendo verso una forma più... snella.

    @Tramigrant: ti ringrazio! :-) Benvenuto da me, comunque!

    RispondiElimina
  34. Fiiiiùùù!! Volevo inserire una play-list nel mio blog, poi mio marito mi ha detto che erano cose a pagamento (non credo sia vero)e non l'ho fatto.
    Per fortuna.
    Hai ragione, può risultare invadente.
    Quando entro per la prima volta in un blog sconosciuto sono molto sensibile alla grafica e alla leggibilità, perchè la lettura al picì mi stanca parecchio, quindi divento selettiva e scarto a priori molti blog sia per questi aspetti sia per l'eccessiva prolissità dei post.
    Tagliare, tagliare, tagliare. Cercherò di farlo io per prima.

    RispondiElimina
  35. Occhi di NotteJan 17, 2011 01:33 PM

    @Silvia: Benvenuta nel mio blog! Anche a me succede la stessa cosa. A me si infiamma spesso l'occhio destro e se mi affatico troppo al pc mi vengono mal di testa fortissimi, anche per giorni..quindi sono molto sensibile a queste tematiche, oltre all'aspetto prettamente "professionale". La playlist è bella ma.... più sul mio Ipod personale che sul blog.. :-)

    RispondiElimina
  36. tutto a posto!in realtà la voce proprio non esisteva perchè avevo l'editor del blog non aggiornato!ma adessol è tutto apposto grazie mille per la tua disponibilità!^^

    RispondiElimina
  37. Occhi di NotteJan 18, 2011 01:59 AM

    Mi fa piacere!

    RispondiElimina
  38. A me non piacciono i blog che:
    mettono la play list e la pagina non si carica mai, e poi di solito io navigo con un sottofondo musicale mio, per cui mi si accavallano due musiche diverse

    Quelli che non mettono le informazioni personali in alto, ben visibili, così sai chi è e come si chiama

    quelli senza un percorso di navigazione comprensibile, senza categorie e senza archivio ben fatto

    Quelli che parlano di sè stessi in maniera che si capiscono da soli... e noi?

    Devo ammettere di preferire i blog multi-argomenti, non solo ricette, solo racconti etc...

    Ovviamente la grafica ha un bel peso: un blog ordinato, carino, curato graficamente è già una gioia per gli occhi (io poi, avendo il pallino della fotografia, apprezzo in particolar modo le belle fotografie,ovvio)

    Credo di curare molto questi aspetti, nel mio, anche perchè ho creato e tenuto un sito web per cinque anni (non mio, era il sito di un attore), per cui sono abituata a lavorare anche un po' in html!
    Inutile dire che il buon italiano, ortografia corretta e qualcosa di valido da dire sono proprio la base di un buon blog

    Scusa la trattazione, ma l'argomento mi interessava davvero

    RispondiElimina
  39. Occhi di NotteJan 18, 2011 02:06 AM

    Figurati! E' un'argomento che interessa molto anche a me, quindi se hai suggerimenti oppure proposte o input per futuri approfondimenti.. ben venga!

    RispondiElimina
  40. Ciao sono una neofita e sicuramente sto facendo molti errori però il discorso legato alla leggibilità mi interessa molto. Infatti cambiando il mio ultimo template ho lavorato abbastanza sui colori perché dessero risalto senza infastidire. Grazie dei consigli Ciao! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carolina VenturiniJan 25, 2012 06:19 AM

      Se ti fa piacere, ne posso parlare ancora..magari scendendo nel dettaglio.

      Elimina