martedì 19 aprile 2011

Deepcon XII: Robin Curtis, Lolita Fatjo, interviste ed emozioni

La mia prima volta in Deepcon è stata qualcosa di sconvolgente. Senza parole.

La foto qui accanto ritrae Robin Curtis, tenente Saavik in "Star Trek". 
Ospite d'onore, disponibile e generosa nel condividere la sua esperienza sul set, è stata felice di rilasciarmi un'intervista per "Sotto i fiori di lillà". Oltre a Robin Curtis, ho avuto il piacere di conoscere Lolita Fatjo, una delle sceneggiatrici più importanti in "Star Trek" e non solo. Anche lei mi ha concesso un'intervista

Ho avuto modo di conoscere l'editore di Delos Books, il responsabile italiano di Wikipedia, diversi traduttori, uno scrittore premiato due volte con il Premio Urania.

Nelle prossime settimane conto di pubblicarvi le interviste e di ampliare gli argomenti trattati durante la convention sia con i diretti interessati, sia con post tematici interamente scritti da me. 

Veniamo a noi: Deepcon è stato questo per me.

Sono arrivata a Fiuggi insieme alla mia anima gemella nel pomeriggio inoltrato di sabato. Alle spalle l'esame al master, una serie di preoccupazioni. In fronte il sole, la voglia di vita e la meravigliosa campagna romana che costeggiava l'A1. Un cielo indeciso fra il burbero e lo splendente. 
Non ero mai stata a Fiuggi prima d'ora e non ero mai stata in un hotel 4 stelle.

L'Hotel Amasciatori, luogo deputato alla Deepcon, è un albergo che contiene spa e centro congressi, tipicamente enorme nelle dimensioni, dagli arredi ricercati, piastrelle e radica lucidissima. 
Pratiche di chek in sbrigate, siamo entrati nel vivo della conferenza: uno di seguito all'altro gli argomenti si sono susseguiti rapidi. 
Dagli strafalcioni nella traduzione di libri, film e telefilm, al mercato degli e-book in Italia, ai racconti e domande agli ospiti d'onore, agli spazi per i giochi "spaziali", per poi riprendere con la storia dei fumetti, la presentazione di Delos Book e dell'autore, senza tralasciare ovviamente la cena di gala e la sfilata dei costumi ispirati a Star Trek e non solo, con premiazione di un indimenticabile Frankenstein Junior. Nei giorni precedenti è stato presentato il progetto Manuzio, Liber Liber, le possibilità di Wikipedia, libera enciclopedia gratuita on line, le porno parodie nel cinema, gli e-book reader e le Guide Galattiche.

Ringrazio di cuore il presidente Stefano Petroni e tutto il team organizzativo di Deepcon: il loro aiuto, la loro grande disponibilità sono stati elementi fondamentali per la realizzazione delle mie speranze. 
Nei prossimi giorni questo blog si arricchirà di interventi ed argomenti, salute mia permettendo. 

Anticipazione per il prossimo anno: parteciperò alla sfilata in costume. 
Si accettano consigli sul personaggio da interpretare!

14 messages:

Emanuele Secco ha detto...

A quanto vedo dev'essere interessante a dir poco :-)

E.

Carolina Venturini ha detto...

Direi proprio di si! Piacere di conoscerti e piacere di sapere che anche tu ti interessi di questi argomenti!

Emanuele Secco ha detto...

Il piacere è mio :-) Be'... a presto ;-)

E.

mark ha detto...

Un viaggio da teletrasporto...a presto allora...:-)

Stefano Petroni ha detto...

Grazie a te Carolina, un amico soddisfatto in più in Deepcon è sempre una grande vittoria!

Per il costume dell'anno prossimo potrei suggerire Leila Organa nella versione schiava di Jabba The Hutt... :-)

Carolina Venturini ha detto...

@Mark: Galattico proprio!

@Stefano: Ehm.................... avevo lanciato quest'opzione ad Elwe, il quale mi ha risposto: "Tu da principessa Leila? Si, certo! E dopo devo metterti alle calcagna un esercito Jedi perché non mi ti si portino via!" :D :D

Ci stavo pensando anche io a Leila. Ero indecisa fra Leila e Jubecca (tenero cucciolone) :D

Kylie ha detto...

Passo per lasciarti un abbraccio.

Carolina Venturini ha detto...

Ti ringrazio molto.

Pupottina ha detto...

BUONA PASQUA ^_____^

Carolina Venturini ha detto...

Grazie! Vorrei passare sul tuo blog ma ogni volta che cerco di aprirlo mi si impalla il pc...
Tanti auguri anche a te!

TuristadiMestiere ha detto...

fantastica, deve essere stata una giornata strepitosa!!! Gli strafalcioni nella traduzione mi incuriosiscono da morire!!!

Carolina Venturini ha detto...

Oh si, lo è stata. Il prossimo anno conto di essere presente tutti e 4 giorni. Tra l'altro non ho ancora concluso l'intervista da inviare a uno dei traduttori che hanno tenuto la conferenza al riguardo. Se ti fa piacere puoi farmi sapere qualche tua curiosità al riguardo e io la inserirò nelle domande dell'intervista.
Ti chiedo solo di farmelo sapere entro stasera, al massimo-massimo domani mattina perché poi provvederò a inoltrare il file via mail. Non ti garantisco tempistiche, ma spero proprio di poterti offrire un servizio...foss'anche solo relativo a una curiosità svelata. :-)

CyberLuke ha detto...

Non credo mi si possa definire esattamente un fan, o un trekkie... ma la visione del futuro di Roddenberry è una delle poche positive di tutta la fantascienza, e tanto mi basta a guardare con incondizionata simpatia all'universo di Star Trek.
La prova di quanto dico?
QUESTA rara foto, vecchia di solo un paio di mesi. ;)

Carolina ha detto...

Nemmeno io sono una fan o una trekkie o qualsiasi cosa di affine. Anzi. Sono assolutamente ignorante nel campo e sono "tutta da formare" per quanto riguarda la conoscenza letteraria di questo genere. Grazie per il link alla tua foto.

Posta un commento