mercoledì 27 luglio 2011

Appartamenti a Roma

L'esperienza con la ricerca e la valutazione degli appartamenti a Roma si è definitivamente conclusa (almeno per il prossimo anno e un quarto)! 

Di fronte a me ho il contratto registrato e non so raccontarvi la gioia che provo. Quest'esperienza si sta rivelando molto utile negli articoli a tema preimpostato che sto scrivendo per Populis Create. Forse potrebbe interessare anche a voi che cosa ho imparato da questo periodo di forsennata, isterica, angosciosa ricerca di casa. O forse vi andrebbe di ridere con me davanti alle stramberie che si incontrano in questi momenti.


Per prima cosa i proprietari.  Sono stati lo scoglio maggiore da superare. Peggiore delle agenzie o dei siti web fasulli o degli agenti in solitaria che truffavano a destra e a manca. Non sono state così terribili nemmeno le topaie o le suadenti parole sussurrate per spingermi a cercare affitti più alti, gli sguardi schifati quando dicevo che il canone massimo che sarei e saremmo stati disposti a spendere era 800,00€ al mese (uno stipendio, in sostanza, non so se se ne rendono conto!!). No. Il vero flagello, l'ostacolo supremo al raggiungimento del tanto agognato affitto sono stati i proprietari. Notoriamente diffidenti, ogni tanto (leggete ogni spesso) paranoici. Costantemente indecisi se affittare o vendere, se chiedere un rene oppure due mensilità di caparra. 

Ecco l'elenco delle stramberie più tipiche che potreste incontrare nella ricerca di una casa a Roma. I proprietari voglio, di norma, le garanzie di contratto, anticipo e, talvolta, fideiussione. Alcuni vorranno il certificato di cittadinanza italiana ("Di udine? Ma lei è straniera!"), altri un contratto scritto con il sangue che mai nella vita (o in quella che vorreste passare nel loro immobile) vi verrà la strana (?) idea di avere uno (o più) figli, comprare un gatto, un cane, un pesce rosso, un canarino o una rondine che non fa primavera. Non bastasse, è probabile che vi chiederanno anche la vostra fedina penale pulita e quella di tutta la vostra genealogia e degli alberi affini anche solo per amicizia. Probabilmente faranno qualche gioco al rialzo sul prezzo: vi diranno che varie persone sono interessate all'appartamento e sono disposte anche a pagare di più, che se volete avviare trattative dovete dirlo subito perché anche solo domani sarebbe troppo tardi.

Alcuni proprietari sono dispostissimi a lasciarvi casa ammobiliata, il ché, tradotto, significa (spesso) che i mobili possono essere datati all'Ottocento, le cucine hanno le cappe tenute su con i bastoni della scopa e qualche altro cimelio degno d'un mercatino dell'usato o di qualche antiquario dall'occhio lungo.
Se avete una voce giovane, siete giovani, apparite giovani al telefono non vi prenderanno sul serio.  Se cercherete di condurre alla ragione questo tipo di persone, la risposta sarà pressapoco così: "Noi (poveri) proprietari non abbiamo alcuna garanzia dalla legge. magari lei è una brava persona, ma magari mi sfascia casa oppure non mi paga l'affitto o le bollette, oppure prende a martellate i muri o mi trasforma l'appartamento in un nido di vipere e scorpioni dove anche il tifo e il colera non possono soggiornare perché l'ambiente fa troppo schifo persino per loro", il tutto condito con occhioni a metà fra il colpevole, l'autoritario e quel misto vago di consapevolezza del tipo " sto' a dì 'na cavolata, lo so, ma che ce voi fa?".

Una volta appurato che non siete assassini o prostitute/ninfomani/altro, che non avete intenzione di far esplodere la bombola del gas (che sicuramente troverete nell'appartamento, se è antico o fa parte di complessi popolari), appurato anche che siete dispostissimi e felicissimi di accollarvi TUTTE le ristrutturazioni dell'immobile (impianto elettrico incluso, sanitari inclusi, infissi inclusi, lavori anti muffa inclusi), stabilito anche che il vostro stipendio è soddisfacente e il vostro contratto di lavoro non dura 6 mesi, ma magari qualche anno... allora si, ecco, forse potreste essere idonei per una prova di un anno e mezzo (ormai i 4+4 sono quasi una rarità: i proprietari vi devono testare, valutare e giudicare prima di acconsentire a farvi mettere radici nella loro casa). 
Dimenticavo: se uno dei due della coppia è disoccupato sarete ritenuti non idonei, in molti casi... anche quando si tratta di seminterrati vicino alle fogne, con canone mensile di 500-600,00€ per 30 mq. Molto, molto, molto fuori Roma, nella terra dove persino i lupi fanno fatica ad andarci spontaneamente perché hanno paura.

Certo: non sono tutti così e nemmeno tutte le case sono gli abomini che vi ho raccontato. Vi garantisco, però, che la stragrande maggioranza degli appartamenti che ho visto quando cercavo un appartamento nella capitale mi hanno lasciata molto perplessa. Per vincere questa sfida ci vuole tanta costanza e perseveranza, una buona dose di umorismo e la capacità di mandare al diavolo le persone quando si rasenta la mancanza di oggettiva normalità nelle pretese o il rispetto umano. 

E voi? Raccontatemi le vostre esperienze con la ricerca di appartamenti in affitto. Quali sono stati i momenti più comici o più difficili, le difficoltà che avete incontrato e come le avete superate!

12 messages:

  1. sulsecondobinarioJul 27, 2011 10:07 AM
    Oddio...io un giorno rientrando trovai una cinese che non sapeva una parola d'inglese nè di italiano....un caro regalo improvviso del mio padrone di casa!ho scritto un post proprio qualche giorno fa...ciao...
    RispondiElimina
  2. Francescast.84Jul 27, 2011 10:10 AM
    o mio Dio ... è stato proprio un parto questa ricerca della casa è?! Io ti dirò, ancora vivo con i miei e non abito a Firenze città, però presumo che valga la stessa cosa per Roma. Leggendoti, se un giorno mi deciderò a andare a vivere da sola, mi prende male già in partenza :) aspetterò un altro po'. :P
    Buona serata
    RispondiElimina
  3. bussolaJul 27, 2011 10:49 AM
    io fortunamente non ho vicissitudine da raccontare... sono passata da una casa di proprietà dei miei genitori ad una del mio ragazzo..... ma ne ho sentito raccontare di belle tra i miei amici....le cui esperienze sono state simili alle tue
    RispondiElimina
  4. Dillo a noiJul 27, 2011 11:38 AM
    Ciao

    vero, verissimo, tutto quello che racconti e ti sei limitata o "hai girato poco.....", a mio avviso il drammatico è che queste cose sono sempre più alla portata di vita, dal "vorrei un caffè, ristretto ma anche lungo, schiumato, carpiato con la super cazzola....." passando dal "VOGLIO un'appartamento al ghetto con vista mare" per arrivare al "al semaforo ti sputo e poi mi passi sopra con la macchina e mi uccidi". Siamo cambiati e stiamo cambiando molto rapidamente in peggio, molto peggio di quanto si possa pensare. Quanto si potrebbe raccontare e documentare.

    Un saluto da Stefano del blog Dillo a noi.
    RispondiElimina
  5. Rita BaccaroJul 27, 2011 11:41 PM
    Hai raccontato un'esperienza reale e condivisa da molti, io purtroppo non ho niente da dire perchè noi abbiamo preferito accollarci una gravosa rata di mutuo mensile, ma acqistare una casetta, poichè anche qui da noi i costi degli affitti sono davvero esrobitanti ed allora abbiamo preferito investirli.
    ciao cara
    RispondiElimina
  6. Marta TraversoJul 28, 2011 12:25 AM
    Il mio caso è un po' diverso visto che ho preso in affitto solo una stanza.. Cmq a me è andata bene, ho scelto la seconda casa che ho visitato, la padrona di casa ha fatto tutto in pienissima regola e il prezzo, per quanto altino, è (purtroppo) in piena media con i terribili prezzi di Genova. Casa bella, zona bellissima, l'unico neo è che telefono e internet prendono pochissimo..
    RispondiElimina
  7. Yuki aka PrismaJul 28, 2011 01:30 AM
    Complimenti davvero per l'ironia con cui hai saputo rendere le peripezie cui va incontro chi cerca una casa in affitto a Roma! Mi sono divertita molto a leggerti, brava!
    RispondiElimina
  8. ElweJul 28, 2011 09:27 AM
    :-) e pensare che sei stata anche tenera! Vogliamo parlare degli effetti personali della defunta, dei mini balconi, delle case in quartieri incubo?
    RispondiElimina
  9. TuristadiMestiereJul 28, 2011 09:33 AM
    da studentessa fuorisede, ovviamente, ne ho viste di tutti i colori mentre ero alla ricerca della stanza (bada bene STANZA, non CASA)! L'episodio più curioso mi è capitato un pomeriggio, quando sono andata a vedere una stanza. Avevo parlato con una ragazza gentilissima che occupava l'altra stanza di cui l'appartamento era dotato (oltre a cucina e bagno). Ebbene, senza fartela troppo lunga: la stanza che mi ha mostrato era bellissima. Luminosa, grande, mobili nuovi, perfino un terrazzino con un affaccio delizioso. Un gioiellino. Il costo assolutamente in linea con le altre stanze viste fino a quel momento. Io mi aspettavo la fregatura, che puntualmente è arrivata: la tipa era la proprietaria dell'appartamento, ma non ci viveva da sola. Conviveva con un bel fustacchione che di "mestiere" faceva il surfista (!). Saremmo stati quindi in 3. Con un solo bagno. E a lei capitava di viaggiare. Per lavoro. E quindi alla fine avrei convissuto con il suo fidanzato. o.O E chi glielo diceva al mio??? :P
    RispondiElimina
  10. Vele IvyJul 28, 2011 01:26 PM
    Il mio ultimo anno di università avevo deciso che ne avevo a basta della casa dello studente, così mi sono trovata una stanza in affitto da "privati". La casa naturalmente era vecchissima e il pavimento era costruito direttamente sopra il terreno, perciò d'inverno giravamo coi doppi calzettoni e nonostante questo avevamo i piedi sempre blu... poi una volta ho rischiato di morire giovane perchè si è spaccato il letto in 2 mentre lo spostavo! Per non parlare delle invasioni di scarafaggi: li dovevo sterminare tutti io perchè ero "la coraggiosa" di casa, e poi dovevo ospitare nel letto la mia coinquilina perchè aveva paura di dormire da sola, era terrorizzata dall'idea che gli scarafaggi l'assalissero...
    RispondiElimina
  11. Carolina VenturiniJul 28, 2011 01:39 PM
    Ciao a tutti! Non sono sparita, oggi ero in viaggio verso le mie terre! Raccontatemi le vostre esperienze, mi piace condividere. Un abbraccio a tutti voi
    RispondiElimina
  12. KylieJul 28, 2011 09:55 PM
    Fortunatamente l'appartamento è di mia proprietà... Di Udine? Certo che sei straniera! Parli pure un'altra lingua! Scherzo. Mandi
    RispondiElimina