lunedì 22 agosto 2011

"La dieta Dukan" di Pierre Dukan

"La dieta Dukan" di Pierre Dukan è un libro che raccoglie la metodologia del nutrizionista francese più famoso al momento. Kate Middelton ha dato nuovo slancio a questo "fenomeno", grazie ai risultati raggiunti prima delle nozze reali. 
Il testo include alcune delle 650 ricette proposte dal medico e un prototipo di dieta proteica, spiegazioni dettagliate sui principi nutritivi degli alimenti, sullo sport. La personale opinione dell'autore riguardo le diete ipocaloriche è sintetizzata nei paragrafi che riguardano le diete-conta-calorie, il loro tendere al fallimento costante e le mancanze strutturali dei regimi alimentari estremisti (solo melone, solo uva, solo questo o solo quello).

Raramente leggo questo genere di libri, ma questa volta è stato diverso. La novità è questa: l'autore dedica ampio spazio alla psicologia del paziente obeso o in sovrappeso, ai tranelli e insidie che aspettano ogni persona a dieta. L'approccio è umano e non giudicante. Comprensivo, ma autorevole.


"La dieta Dukan" di Pierre Dukan è un testo che mi è capitato fra le mani dopo una serata di bagordi "kebabbari". Gonfia e in colpa mi sono diretta verso la libreria del centro commerciale in cui mi trovavo. Non ero sola e la persona al mio fianco provava esattamente le stesse identiche emozioni. Siamo giunti a due testi appartenenti alla stessa corrente di pensiero francese, anche senza esserci scambiati alcuna parola di cooperazione nella ricerca.

I principi della dieta Dukan.

Il testo raccoglie l'esperienza medica di Pierre Dukan, ormai conosciuta con il nome di "metodo Dukan". 
E' un'esperienza corposa, durata 30 anni e non ancora conclusa. La dieta, basata su un regime proteico, è caratterizzata da quattro fasi: attacco (da 1 a 10 giorni, a seconda delle necessità), crociera (una settimana per ogni chilo da perdere), stabilizzazione (10 giorni per ogni chilo perso), consolidamento (tutta la vita).  Nella fase d'attacco vengono eliminati completamente tutti i cibi che non contengano un alto tasso di proteine. Niente frutta, verdura, pasta, pizza, riso o altro. Via libera a carni bianche, pesce (molluschi, crostacei, pesci magri e grassi), latticini magri, rossi d'uovo e crusca d'avena. Avendo una durata limitata queste restrizioni non dovrebbero causare danni all'organismo. Nelle fasi successive tutti gli altri alimenti vengono integrati gradualmente, secondo regole prestabilite e prescritte. Sviscerate sin nei minimi dettagli le particolarità di ogni singola fase, propedeutica ed inscindibile dalle altre, l'autore ripercorre le fasi del successo del suo metodo e del caso editoriale nato grazie al passaparola nel giro di tre anni, praticamente in tutto il mondo. Elenca gli strumenti forniti a tutti i suoi pazienti (in studio e nati in seguito alla lettura del libro) e sottolinea la sua volontà di essere presente e aiutare in maniera personalizzata ogni singola persona che sceglierà di intraprendere il cammino da lui proposto. 

Il potere dimagrante del web: la comunità Dukan.

Intorno a questa dieta ruota un mondo significativo, ben strutturato, intelligente e sapientemente intriso di marketing e cultura d'impresa efficace. Il metodo Dukan è una miniera d'oro, almeno finché continuerà a soffiare il vento in poppa al libro, all'autore e al metodo. Coloro che desiderano mettersi a dieta hanno a disposizione moltissimi strumenti efficaci di dimagrimento: il libro con le spiegazioni dettagliate sul metodo, il ricettario, la comunità online, la chat con il nutrizionista, il sistema di mail giornaliere (mattina e sera) grazie alle quali ricevere i compiti giornalieri per dimagrire e riportare l'esperienza al team di nutrizionisti che lavorano per Dukan in tutto il mondo, ricevendo, il giorno dopo, risposte, consigli e compiti integrativi o sostitutivi che rispondano alle esigenze, bisogni e difficoltà sottolineate dagli scambi mail precedenti. Il sito, www.dietadukan.it, offre gratuitamente una valutazione del "giusto peso" e fornisce un prospetto di percorso per arrivare a tale giusto peso, con tanto di data precisa in cui la persona sarà magra. 
Non si tratta di una settimana e avrai perso 10 chili, ma di mesi o anni, a seconda della quantità di peso da perdere. L'IMC non viene considerato come unico elemento valutativo. 

La mia esperienza con la dieta Dukan.

Antecedente - Devo perdere 9 chili e il mio problema sono sempre state le gambe e le caviglie. 
In queste settimane sono venuta a conoscenza del fatto che soffro di un disordine/malattia che si chiama lipedema e che dovrò curare. Studiando la struttura della cellula e alcuni elementi di biologia mi sono resa conto dell'importanza delle proteine e degli aminoacidi in ogni organismo vivente. 
Dopo aver letto (divorato) il libro ho sentito la curiosità, il desiderio e il bisogno di sperimentare questo metodo Dukan (definito adatto anche per i diabetici, coloro che soffrono di gotta o di cancro). 
In particolare, l'elemento che mi ha convinto è stato il fatto che mi sono sentita capita: ho provato mille diete e i risultati sono sempre stati precarissimi. Dukan tratta anche questo argomento e spiega come il corpo reagisca a questi eventi, le conseguenze e le resistenze. Quando la fisioterapista mi ha spiegato cos'è il lipedema e in che maniera mi riguarda (fortunatamente sono ancora nella "prima fase") ho capito che parte del mio problema poteva essere risolto (o almeno gestito) combinando più elementi salutari. Sono sempre stata scettica riguardo i regimi proteici ferrei, ma questo metodo stabilisce un tempo insindacabile, una durata massima, un limite oltre il quale non si può andare, in seguito a cui verranno introdotti nuovamente gli alimenti importanti.

Esperienza diretta - In albergo non è stato facile praticare la fase d'attacco, benché fosse possibile servirsi al buffet (caldo e freddo), nonostante mi trovassi in una località marina particolarmente nota per il buon pesce. Amo molto i carboidrati, stare senza pane, pasta, pizza e patatine fritte mi è costato. Fare quotidianamente movimento è stato piacevole, anche se "contro la mia natura" pigra e sedentaria. Ordinare al ristorante è stato difficile perché, d'un tratto, tutti i cibi iper grassi ed ultra accattivanti hanno acquistato un fascino che mai hanno avuto: sono riuscita a gestire questi aspetti stressanti della dieta ordinando grigliate e insalate di mare, riempiendo i buchi vuoti con yogurt magro (permesso) oppure budino magro (permesso). Il caldo mi ha aiutato a bere davvero tanto (in alcuni giorni sono arrivata anche a 4 litri di acqua, boccheggiando in spiaggia). Il tutto è durato 3 giorni. 

Risultati? - Non mi ero pesata all'inizio delle vacanze, ma solo dopo (temo la bilancia-dipendenza). Il mio metro di giudizio si è basato sugli abiti (da stretti in vita e cosce a più comodi). Mi sono guardata allo specchio e mi sono vista asciugata nel viso, nei fianchi, nelle braccia e sopra le ginocchia. Oggi ho iniziato a sperimentare il regime di crociera (proteine e verdure). Ho deciso di iscrivermi al programma e alla community Dukan a partire dalla fine del trasloco, dopo gli esami universitari. Quattro eventi stressanti in un unico periodo sono troppi per me, ora come ora. 

Proposta - Mi stavo chiedendo una cosa: e se aprissi un blog per parlare di questa esperienza? A voi interesserebbe? Ci sono altre "dukaniane" in rete che mi leggono? Qual è la vostra esperienza con la dieta e con i libri che raccontano e illustrano metodi, regimi calorici e stratagemmi per perdere peso?

22 messages:

  1. Mari da solcareAug 22, 2011 10:02 AM

    Sicuramente da approfondire, per una salutista come me... Ciao!

    RispondiElimina
  2. Sto 'seguendo' anch'io questa dieta, ma è davvero difficile per me non cedere alle tentazioni!

    RispondiElimina
  3. Carolina VenturiniAug 22, 2011 10:59 AM

    @ Veronica: come ti trovi? Per me, la cosa più difficile, è rinunciare al pane e alla pasta...

    RispondiElimina
  4. Ne ho sentito parlare e mi lascia qualche dubbio... Comunque dovrei provarla per poter giudicare. Io però non ho grossi problemi di sovrappeso: dovrei perdere circa un 5 kg quindi in teoria avrei solo bisogno di fare un po' di più moto e togliere un po' di carboidrati di cui sono estremamente ghiotto.

    RispondiElimina
  5. Ciao Carolina! Anche io vorrei tanto provarci! Ma è stressante come dieta?? CIoè..devi stare sempre a pesare il cibo??? Puoi spiegarmi un pò meglio??
    Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
  6. A me basterebbe la voglia di fare un po' più di movimento...

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  7. Non dirlo a me, io vivrei di pane! Alla pasta rinuncio senza fatica, la mangiavo solo un paio di volte la settimana, quindi non è un grosso problema, ma il pane, che fatica non mangiarlo! L'ho iniziata anch'io da pochissimo comunque, ma non la sto seguendo alla lettera: con questo caldo, la voglia di dare un morso (solo uno!) a una mela c'è stata, così come quella di assaggiare un dolcetto... colpa mia, lo so, se i risultati potrebbero essere migliori! :)

    RispondiElimina
  8. Carolina VenturiniAug 23, 2011 03:14 AM

    @Veronica: Lo ammetto: anche io non sono ligia e ferrea, sopratutto perché il pane e la pasta mi mancano tantissimo.
    Io, per ora, per i dolci, mi limito allo yogurt magro, eventualmente aromatizzato, ai budini di soia e allo yogurt bianco sotto forma di gelato...
    In vacanza mi sono concessa una fetta di millefoglie, partendo dal presupposto che la crema è... :D altamente proteica :D a modo suo, dai... :D

    RispondiElimina
  9. Carolina VenturiniAug 23, 2011 03:18 AM

    @Antonia: Benvenuta nel mio blog. Dunque... se ami i carboidrati si, è molto stressante come dieta. Il pane e la pasta sono integrati nella terza e quarta fase e quindi si parla di mesi di astinenza. Quanti chili devi perdere?
    Tra l'altro io trovo molto difficile trovare la crusca d'avena e l'olio di vaselina (sul quale nutro seri dubbi).
    In generale le diete non dovrebbero generare l'ossessione al cibo, secondo me. In questa dieta non c'è l'ossessione alle calorie e alla loro conta e men che meno c'è la necessità della bilancia. Mangi fino a quando ti sazi dei cibi che ti sono permessi. Inizialmente sono 9 soluzioni che includono varietà di alimenti e poi si arriva fino a 100 cibi permessi (tra proteici e verdure).

    RispondiElimina
  10. Carolina VenturiniAug 23, 2011 03:18 AM

    @Kylie: A chi lo dici... io mi sto impegnando almeno nel camminare ogni giorno...

    RispondiElimina
  11. Carolina VenturiniAug 23, 2011 03:20 AM

    @Giulio: Ogni tanto qualche dubbio viene anche a me. Devo ancora capire bene come "gestire" le diversità che nascono dai miei bisogni, rispetto a una dieta "ferrea"...

    RispondiElimina
  12. a me sarebbe interessato iniziare...avevo letto il libro saltando un po' le pagine e devo dire che non avevo capito che lo yogurt magro e alre cose erano permesse.il tuo post mi ha fatto venire di nuovo la voglia di riprovare.io ci sarei

    RispondiElimina
  13. chiara moltoniAug 23, 2011 06:36 AM

    Un nostro amico l'ha seguita e ha perso un sacco di chili! Oltretutto - dice lui - mangiando a volonta!
    Aspetto il seguito dei tuoi risultati...
    Baci e budini d'aria fritta

    RispondiElimina
  14. Ciao, ti confesso che non voglio più sentire parlare di diete...ho fallito troppe volte!
    Per quanto riguarda questo regime non è adatto a me perché il mio obiettivo (irraggiungibile) è eliminare tutti i prodotti animali...

    Spero con tutto il cuore e sinceramente che tu riesca ad ottenere i risultati che desideri!

    RispondiElimina
  15. Carolina VenturiniAug 23, 2011 08:06 AM

    @Alchemilla: Nel libro i parla anche dell'esaurimento da dieta e della resistenza verso il dimagrire, che nasce dallo sfinimento di seguire mille diete senza risultati stabili.
    Fare questa dieta da vegetariana totale è complicato, ma non impossibile. Ci sono soluzioni, anche grazie alle cucine estere.

    RispondiElimina
  16. Carolina VenturiniAug 23, 2011 08:07 AM

    @Chiara Moltini: Anche io mangio molto, anche se in vacanza è difficile seguire la dieta alla lettera (tra hotel e cucina di mamma, capisci da sola che non è facile). Vedremo..

    RispondiElimina
  17. Carolina VenturiniAug 23, 2011 08:08 AM

    @Raffa: ti consiglio di rileggere il libro senza saltare le parti, in modo tale da avere un'idea più chiara della dieta.

    RispondiElimina
  18. Ciao Carolina,
    purtroppo non posso esserti utile perché non ne so molto sull'argomento.
    Posso solo dirti che io ho una dieta "personale" che seguo da una vita e mi permette di essere abbastanza in forma: tanta frutta e verdura, sempre di stagione, niente dolci tranne in casi eccezionali (feste ecc), niente fritti/grassi, poca carne (2/3 volte al mese), pasta SI' :-) però max 70 grammi e condita con verdura di stagione (es. zucchine/melanzane d'estate, broccoli d'inverno ecc), pochi condimenti, sempre olio extra vergine (che tra l'altro fa benissimo a pelle, unghie e capelli).
    Poi anch'io sono pigrissima, non riesco proprio a fare sport! Però vado tutti i giorni in stazione a piedi, sono 40 minuti al giorno di passeggiata... non sembra molto, però sempre meglio che fare una vita completamente sedentaria.
    Non so se ti sono stata d'aiuto: la mia alimentazione non è una vera e propria dieta, più che altro è uno stile di cucina basato su verdure di stagione e tutto fatto da me, senza cibi industriali. Però non sono un'esperta nel settore :-)
    Baci!

    RispondiElimina
  19. Carolina VenturiniAug 24, 2011 03:43 AM

    Se ti fa stare bene, direi che va bene così!;-)

    RispondiElimina
  20. Veronica MondelliAug 24, 2011 01:37 PM

    Dukan è un medico?

    La dieta da lui proposta mi sembra piuttosto particolare. Purtroppo non posso esserti utile perché soffro di varie intolleranze alimentari e di disturbi d'assimilazione e così il dottore mi ha dato una dieta per ingrassare. In ogni caso, la mia dieta per ingrassare contempla pochi grammi di pane e pasta (ed è una sofferenza, perché per me pane e pasta sono come l'aria) e vagonate di verdura e frutta.

    RispondiElimina
  21. Carolina VenturiniAug 25, 2011 06:07 AM

    Dukan è un nutrizionista. E' una dieta particolare, ne convengo. Al momento è l'unica che conosco che prevede un "prima"-un "durante" e un "dopo". Auguri per la tua dieta!

    RispondiElimina
  22. oh finalmente riesco a scrivere.
    Mi ero informata anche io sulla dieta Dukan e mi interessa. Le uniche diete che funzionano con me sono le no-carbo..
    il blog aiuterebbe sicuramente quelle come me che sono poco costanti..
    bentornata!

    RispondiElimina