lunedì 28 febbraio 2011

I Predoni dell'Ingenuità

Lavorare con la Web Analytics mi aiuta a sviluppare una mentalità elastica, capace di modificare il tiro del mio lavoro in corso d'opera, comprendendo criticità oppure opportunità. 
Aver lavorato in "progetti fantasma" mi aiuta, a posteriori, a riconoscere i predoni dell'ingenuità.

Intervista a "Scrittori in causa"

Da poco ho scoperto "Scrittori in causa". Cercavo informazioni sui contratti editoriali, sulla pubblicità degli esordienti, sui mancati pagamenti e sono giunta a questo blog. Una veloce scorsa al sito e subito ho capito che questo è uno di quei blog da tenere sempre vicini. 
I contenuti partono dalla volontà comune degli autori di condividere una causa, importante, specifica, inerente all'editoria. Un accenno: l'autore esordiente, l''autorità giudiziaria, il contratto, la pubblicità, il prezzo del libro, il compenso, il contratto, l'ingiunzione di pagamento nei confronti dell'editore non pagante, il controllo delle copie vendute, le copie omaggio e quelle al macero, i libri fuori catalogo e molto altro. Non vi dico di più perché l'intervista che ho realizzato sarà più che esplicativa in tal senso.

Meritatissimo Oscar: "Il Discorso del Re"



"Il discorso del re", Premio Oscar 2011. Meraviglioso film, meraviglioso cast, meravigliose emozioni.

domenica 27 febbraio 2011

Carnevale Romano 2011

Roma si tinge a festa. Allegria, risate, maschere, coriandoli, eventi, show d'equitazione, sfilate storiche, piazze inghirlandate e balli in maschera. E' iniziato il Carnevale Romano
Conto di partecipare alle iniziative che avranno luogo dal 26 febbraio (ieri) fino all'8 marzo.
Se vi fa piacere, possiamo organizzarci e andarci insieme! Nel mentre vi segnalo due link per avere maggiori info in merito: Il sito ufficiale del Carnevale Romano e il blog "Tempo di Roma." 

Nelle vostre città come verrà festeggiato il carnevale? Vi piace? Quale sarà la vostra maschera? Raccontatemi un po', mentre vi offro frittelle, frappe, tè caldo e cioccolata fumante. 
Buona domenica a tutti!

sabato 26 febbraio 2011

L'insostenibile leggerezza di Edipo.

"Chi pensa che i regimi (...) siano esclusivamente opera di criminali, 
si lascia sfuggire una verità fondamentale:
i regimi criminali non furono creati da criminali
ma da entusiasti,
convinti di aver scoperto l'unica strada per il paradiso.
Essi difesero con coraggio quella strada (...).
In seguito fu chiaro che il paradiso non esisteva (....).
Coloro che venivano accusati rispondevano: Noi non sapevamo! Siamo stati ingannati!
La discussione si riduceva a questa domanda:
davvero loro non sapevano? (...)
Tomas seguiva la discussione (...)e si disse che la questione fondamentale non era:
Sapevano o non sapevano?, bensì:
Si è innocenti solo per il fatto che non si sa? (...)
Fu allora che a Tomas venne in mente la storia di Edipo:
Edipo non sapeva di dormire con la propria madre,
ma quando capì ciò che era accaduto,
non si sentì innocente.
Non poté sopportare la vista delle sventure che aveva causato con la propria ignoranza,
si cavò gli occhi e, cieco, partì da Tebe."

Tratto da: "L'insostenibile leggerezza dell'essere" - M. Kundera, pag. 180-181

venerdì 25 febbraio 2011

Intervista a Maria Cinus, scrittrice

Ho avuto il piacere di conoscere Maria Cinus, autrice di "Donna Ferula", attraverso i vostri commenti alla mia recensione al libro "Il Profumo". 
Oggi vorrei introdurvi la sua demo letteraria in modo diverso: prendendo il tempo necessario. Sin da ora la ringrazio per la generosità con cui si è resa disponibile. Spero che questa "modalità" vi permetta di "familiarizzare" meglio con l'autrice e che questo vi aiuti a sentirvi più "comodi" nell'esprimere il vostro parere riguardo i brani che leggerete.
Questo perché tengo conto di quanto mi avete detto nei commenti al post "Laboratorio di scrittura: parliamone insieme".
Maria Cinus è a vostra disposizione, come sempre accade in questo blog. 

L' intervista che state per leggere è stata pubblicata a pagina 21 della Voce del Sarrabus, sul numero XXXI di ottobre 2010 (il libro è uscito a luglio 2010). Mi è stata fornita dall'autrice stessa via e-mail.

Il resto lo potrete scoprire leggendo l'articolo che vi riporto.

giovedì 24 febbraio 2011

Modà feat. Emma - Arriverà

Lia e la ricerca del senso: 6° parte.

In questi giorni ho dialogato molto con Lia, cercando di capirla meglio e di ascoltare la sua voce "interiore". Stamattina il vento sbatacchia le palme e il glicine colmo di gemme e speranze.
Dopo il drammatico "Lia e la ricerca del senso: 5° parte", il blog romanzo continua. Ho iniziato ad imbastire le basi del cambiamento. Buona lettura!

mercoledì 23 febbraio 2011

Laboratorio di scrittura creativa: gli incipit dei Grandi della Letteratura

Il nostro laboratorio di scrittura creativa continua la sua strada negli incipit letterari. In molti abbiamo partecipato, scrivendo 6 righe introduttive, il cui tema era legato all'infanzia. 
Prima di dire qualcosa al riguardo, vorrei proporvi una carrellata di "inizi", tratti dai Grandi della Letteratura. 
Il motivo di questa scelta risiede nella volontà di dare qualcosa, stimolare riflessioni, avviare un'autocritica capace di generare migliorie e cambiamento, uscendo dagli schemi del "mi piace/non mi piace" oppure dal "ma io volevo che tu scrivessi così o colì". 
Non sono affermazioni utili per chi desidera scrivere o perfezionare il proprio talento o attitudine o piacere. 
Sono solo le propaggini di un gusto o una proiezione mentale. A noi, in questo momento "di lavoro", serve qualcosa di più succoso e sostanzioso. 
Quindi iniziamo a parlare di Dante Alighieri e delle sue prime 6 righe del Primo Canto dell'Inferno. Lo scopo è mettere in risalto i suoi artefatti e stratagemmi letterari, l'uso voluto del lessico, la capacità di avvolgere il lettore sin da subito. Al termine vi indicherò un altro piccolo esercizio.
Perché proprio Dante? 
Sarò banale: è letto sin dalla fine del Duecento. Siamo nel Duemila e passa. 
Se ha retto otto secoli di storia, evidentemente qualche cosa di buono deve averlo avuto. 
E' a nostra disposizione gratuitamente on line, tra l'altro, visto e considerato che il diritto d'autore è più che defunto. Infine, amo Dante e mi ha aiutato in moltissimi periodi, donandomi emozioni a non finire.
Vi parlerò con il cuore. E con le mie cinque copie della "Divina Commedia" a fianco. Per ora lascerò da parte la simbologia e tutti i significati reconditi e rimandi storici. :-) Ma solo per ora. :-)

martedì 22 febbraio 2011

Crociera letteraria per la Giornata Mondiale del Libro.

Immagine tratta da: eclipse-magazine.it
21 aprile 2011. Porto di Civitavecchia
La Crociera Letteraria vi aspetta! Questa iniziativa è al suo secondo compleanno. Promossa dalla rivista letteraria "Leggere:tutti", viene realizzata in collaborazione con Grimaldi Lines e con L''Istituto Italiano di Cultura a Barcellona
Ho scoperto questa notizia curiosando fra gli utilissimi spunti di Turista di Mestiere. Subito ho esclamato: "Che meraviglia! Quanto mi piacerebbe andarci!". 
4 notti, due in nave e due in terra. 1000 il numero di fortunati viaggiatori che potranno accedere a quest'iniziativa.  Il 23 aprile è la giornata mondiale del libro e del diritto d'autore ed è anche ricorrenza speciale colma di libri e di rose: San Jordi.  

Amo così tanto Barcellona che mi è impossibile non sentire il richiamo prepotente di quest'opportunità! Scopriamo insieme qualche informazione in più.

lunedì 21 febbraio 2011

Contratto editoriale: quattro tipologie per un libro.

Abbiamo un libro nel cassetto. 
Lo presentiamo a un editore e questo lo valuta e lo accetta. Ora che cosa succede? Esiste un contratto editoriale? Esistono più tipi? Sono negoziabili? 
Queste domande mi interessano personalmente perché sto ancora attendendo la risposta ufficiale per la mia tesi su Oriana Fallaci da trasformare in libro. Nel mentre mi inforno. 
E nel mentre mi inforno, trovo blog e contatti interessanti da condividere con voi, amici e amanti della scrittura, nonché sognatori scribacchini. Stasera vi copierò, con autorizzazione dell'autore del blog, un articolo sulle tipologie dei contratti editoriali. Penso possa interessarci, che ne dite?

La Caffettiera del Masochista e la web usability

"La Caffettiera del Masochista" di Donald Norman fa parte della bibliografia consigliata all'interno del secondo asse del Master in Comunicazione Digitale e Comunicazione in rete che sto seguendo in questo periodo. Questo testo e questo autore fanno il paio con Jakob Nielsen e i suoi studi sulla web usability.
Costoro entrano di diritto nella più ampia discussione sull'usabilità delle interfacce, dei siti, degli oggetti e degli strumenti collegati (e non) con il mondo di internet, ma anche (o soprattutto?) con le nuove professionalità web che attendono al varco il loro turno di rilievo. 
Lo scorso mese abbiamo parlato di accessibilità e usabilità del blog. Oggi vorrei ampliare un pochino il discorso. 

venerdì 18 febbraio 2011

Laboratorio di scrittura: Riassumiamo i vostri incipit.

Avete partecipato in tanti. E' stato veramente bello vedervi parlare fra di voi e confrontarvi direttamente, senza la necessità di avermi come "intermediario", diciamo così. Colgo il suggerimento di Vele Ivy, a cui stavo già pensando da qualche giorno e vi "riassumo" la carrellata di input di 6 righe a tema "infanzia" che avete mandato. Lascio ancora 3 giorni di tempo a coloro che non hanno partecipato ma, stuzzicati, si metteranno alla prova.
Dopo di ché ne parleremo e cercheremo di fare un passetto avanti insieme.

giovedì 17 febbraio 2011

Elisa - "Eppure Sentire (Un senso di te)" - (official video - 2007)

mercoledì 16 febbraio 2011

Intervista a Giorgio Antonelli, Direttore del Centro Studi di Psicologia e Letteratura (RM)

Aldo Carotenuto - Fondatore del Centro Studi di Psicologia e Letteratura
Qualche giorno fa vi avevo preannunciato l'intervista al Centro Studi di Psicologia e Letteratura di Roma . Ho avuto il piacere di parlare con Giorgio Antonelli, direttore del centro, riguardo i temi collegati con la psicologia, la letteratura, Aldo Carotenuto, Carl Gustav Jung e il suo "Il libro rosso", le attività del centro e le prospettive collegate al giornale storico del centro
Vi consiglio di leggerla perché, oltre ad essere molto interessante, fornisce, a mio avviso spunti utili anche per coloro che lavorano nel settore oppure desiderano iniziare a farlo.
Giorgio Antonelli è a disposizione per ulteriori chiarimenti, curiosità o approfondimenti.

Lia e la ricerca del senso: 5° parte.

Piove a Roma: è il tempo ideale per scrivere. Lo scorso mese vi ho creato un riassunto del blog romanzo "Lia e la ricerca del senso". 
Oggi, dopo molto tempo, sono finalmente riuscita a contattare le emozioni. Ecco quindi la quinta parte del romanzo. Ci stiamo avvicinando sempre di più al momento di svolta. Chissà, magari in futuro potrebbe diventare un ebook, con i capitoletti ampliati e arricchiti. Per ora vi lascio alla lettura, ricordandovi cosa accadde nella 4° parte. Lia, tornata da una difficile giornata lavorativa, trova il marito sconvolto che l'aggredisce immediatamente con una notizia sconvolgente: Roberto è morto. 

martedì 15 febbraio 2011

Demo "Saprò Difendermi!": oggi alle 18:30

Questa sera, dalle 18:30 alle 19:30, verrà presentato il corso di difesa personale integrato "Saprò Difendermi!", presso la palestra dell' ASD "Il Ponte", Roma. "Saprò difendermi!" parte dalle arti marziali e integra la psicologia. Verranno utilizzati vari strumenti adatti all'apprendimento in sicurezza, tra cui la scrittura.
Il corso è a numero chiuso quindi coloro fossero interessati a parteciparvi devono obbligatoriamente compilare la domanda di pre iscrizione presente sia sul blog ufficiale dell'evento, sia sul sito dell'associazione sportiva
Vi posso confermare, come detto precedentemente, che per i primi tre lettori di questo blog  che si iscriveranno è previsto uno sconto sul costo totale del corso trimestrale. 

Introduzione a un'intervista: psicologia e letteratura.

Psicologia e Letteratura, Letteratura e Psicologia. I due grandi cardini della mia vita. 
Le mie due grandi passioni. I due strumenti, mondi, "speciali navicelle" su cui salpare verso l'altrove.
Mi trovo in imbarazzo a parlarne. 
Quasi un senso di pudore, timidezza. 
Una gioia da tenere celata, un timore di sbavare.
L'immagine qui accanto, Wotan, nome germanico di Odino, è un indizio e un omaggio verso quella voce diversa che sarà ospitata in questo blog. 

lunedì 14 febbraio 2011

Laboratorio di scrittura creativa: Vele Ivy e La Flautista .

La scorsa settimana abbiamo riaperto le porte del laboratorio di scrittura. Vi ho proposto un incipit scritto per un concorso letterario, chiedendo le vostre emozioni, critiche, suggerimenti.
Vi ho invitato a fare lo stesso con i vostri scritti, le vostre 6 righe che incastonano, nell'inizio di un racconto, la gemma preziosa legata a un ricordo d'infanzia. Vele Ivy e La Flautista si sono subito date da fare e quindi ora pubblicherò i loro incipit. Sappiate che ci tengo molto alla vostra partecipazione.

venerdì 11 febbraio 2011

Intervista a Marina Rullo, Sindacato Nazionale Scrittori Sezione Traduzione

L'Intervista a Giulio Perrone Editore ha scatenato un vivace dibattito sui temi della traduzione letteraria  e del tariffario. Non avendo a disposizioni le risposte concrete ho chiesto al Sindacato Nazionale Scrittori, sezione Traduttori una specifica intervista sui temi della formazione, della retribuzione, del contatto di lavoro.
Ho avuto il piacere di parlare con la signora Marina Rullo.  Di seguito l'intervista.

mercoledì 9 febbraio 2011

Ti manca mai il Friuli?

Micia, la mia gatta.
Ti manca mai il Friuli?
In un anno e mezzo questa domanda mi è stata posta due volte, da due "estranei".

martedì 8 febbraio 2011

Le parole di Alda Merini

Non riuscivo a smettere di leggere, stanotte. 
Agguantata per la gola, stretta in una morsa di emozioni, tra le lacrime, l'incredulità, un sentimento disorientante di vacuità. "L'altra verità" di Alda Merini mi ha accompagnato quasi fino alle prime luci dell'alba in terra friulana. Una frase mi è rimasta dentro, una frase mi ha spogliata, evocando gli echi di mille ricordi notturni, snocciolati fra le parole e l'intonaco della mia camera.

" (...) Aveva ragione. In effetti, quando mi sveglio al mattino, e guardo fuori dalla finestra, e mi sento sola, so che nessuno per quel giorno verrà a trovarmi; che, se vorrò, sarò io che dovrò "andare a rompere le palle" agli altri. E questo mi fa male perché non voglio infastidire nessuno. Ma a volte la solitudine è una cosa atroce, il silenzio una cosa insopportabile." 

L'onore dei Vor - Lois McMaster Bujold

Il treno semivuoto, un tragitto molto lungo, ore di attese sul binario e un libro a farmi compagnia. "L'onore dei vor" di Lois McMaster Bujold mi ha rapita portandomi fino a Barrayar.

L'onore dei Vor è il primo romanzo di fantascienza che leggo, in assoluto. Sono salita sulla navicella, quindi, da Colonia Beta a Escobar a Barrayar. Vi parlerò dell'esperienza, non vi farò una recensione.

lunedì 7 febbraio 2011

Stylist blogger award

Nuovo premio per "Sotto i fiori di lillà": Bert e Marta Traverso hanno scelto di inserire questo blog nel ventaglio dei premiati. In cosa consiste questo premio? Nel descrivere sette segreti segretissimi o, come dice Marta, farmi conoscere un pochino di più. Procedo, quindi!

sabato 5 febbraio 2011

Laboratorio di scrittura creativa: parliamone insieme.

Prima di rispondere ai commenti sull'incipit del racconto che ho pubblicato ieri vorrei porvi una domanda. Ho notato una certa tendenza. 
Rispetto ai miei racconti non avete problemi nell'esporvi, nel dire la vostra opinione anche in maniera molto dura. Date spunti, suggerimenti, spendete del tempo (e ve ne ringrazio) per cercare di leggere attentamente e darmi dei riscontri precisi, su cui poter discutere, anche animatamente, ma con dei contenuti interessanti. Questo non è mai accaduto con i racconti delle altre persone o con le demo letterarie. Non avete mai dato una vostra impressione o pensiero o suggerimento agli autori che ho pubblicato, né avete mai detto: "Qui potrebbe migliorare, lì quella parola è mal usata, non mi da emozioni, mi ha annoiato". Mi chiedo e vi chiedo perché.

venerdì 4 febbraio 2011

Laboratorio di scrittura: a raccolta la fantasia.

.
Un anno e un mese fa ero accucciata sul divano della mia vecchia casa, di fronte all'albero di Natale. Scrivere, inventare e lasciarmi abbandonare ai flussi della creatività: questo facevo. Il salotto della mia casa era una sorta di laboratorio di scrittura privato. Intorno a me musica e romanzi, fogli e matite.
Era semplice scrivere, ero da sola in casa, le mie gatte-elefanti appollaiate sui miei piedi (uno a testa!)mentre io mi concedevo il lusso d'entrare nel flusso della fantasia. 
In questi giorni mi è capitato nuovamente tra le mani uno dei quaderni-tesoro. 

giovedì 3 febbraio 2011

Teresa moun amour



".... Questi impeti non sono molto forti, sembra all' anima di potersi calmare un pò, o per lo meno cerca qualche rimedio, non sapendo che cosa fare, con alcune penitenze. Altre volte l' impeto è cosi' forte che non si può fare né questo né quello, il corpo resta come morto, non si possono muovere né mani né piedi. (...) 

mercoledì 2 febbraio 2011

Demo Letteraria: "L'età dell'amore" di Gianluca Massimini

Ho conosciuto Gianluca Massimini attraverso Facebook. Fa parte degli scrittori emergenti alle prese con la web promozione delle loro creature letterarie, per questo motivo le nostre strade si sono incrociate. La demo di quest'oggi vi regalerà il piacere di leggere un racconto dal titolo "Selvaggi", tratto dal libro "Le età dell'amore".
Gianluca Massimini è docente di Letteratura negli istituti di istruzione secondaria del vicentino. "L'età dell'amore" è un libro di racconti nel quale ha lavorato essenzialmente sulla brevità - non a caso la sua prosa è stata accostata ad autori esemplari del minimalismo americano - senza rinunciare però ad una considerevole ricerca stilistica, con la volontà esplicita di opporsi alle scritture bianche a sciatte di certa narrativa odierna che va per la maggiore. A pochi mesi dalla pubblicazione ha ricevuto apprezzamenti e buoni riscontri critici.
Sul sito dell'autore (www.gianlucamassimini.it ) sono disponibili altri racconti gratuitamente scaricabili.

Come sempre vi ricordo che i vostri pensieri, sensazioni, emozioni e curiosità sono ben accette. L'autore è a disposizione per qualsiasi vostro desiderio di confronto o comprensione. Se vi farà piacere parlare con lui, sappiate che potrete farlo attraverso l'uso dei commenti. Ricordo, come sempre, attenzione alle parole e al come queste vengono utilizzate quando lasciate un commento. Un abbraccio e, se continuate la lettura, buone emozioni in "Selvaggi".

martedì 1 febbraio 2011

Intervista a Robin Edizioni

Riprendiamo a conoscere la voce delle case editrici attraverso l'intervista a Robin Edizioni. 
In quest'occasione le tematiche affrontate sono state diverse: letteratura, scrittori emergenti, editoria a pagamento, canali di distribuzione, stage non retribuiti, attenzione all'ambiente all'interno dell'iter di pubblicazione. Vi consiglio di ritagliarvi qualche minuto per leggere le risposte dell'editore perché, secondo me, nel loro essere a tratti provocatorie, potrebbero fornirci gli input "giusti" per dibattere sui temi "caldi" che avvolgono il mondo del lavoro e dell'editoria in questo preciso momento storico. Come sempre vi ricordo che il vostro contributo e le vostre riflessioni, obiezioni, domande sono preziose per me, per l'editore, per i lettori e i sognatori in cerca di notizie.