martedì 6 marzo 2012

Invito per le donne di Roma. L'8 marzo festeggiamo da I Legionari?

Locandina del menù proposto
dall' Hostaria I Legionari  (Rm)
per la Festa della donna (8 marzo 2012)
La festa della donna si avvicina. Avete già pensato a come festeggiare? Vi propongo l'iniziativa di Alessio, proprietario dell'Hostaria I Legionari. Questo ristorante si trova in zona Passalombardo, poco lontano dall'Università e dal Policlinico di Tor Vergata. Alessio organizza ogni settimana qualche evento, menù degustazione, festa culinaria, gara di gola. Per la Festa della Donna ha ideato un menù a cinque portate, con acqua, bevande e animazione incluse. Il tutto a soli 24,00€ a testa. Per prenotare è necessario chiamare lo 06.72634288.
La passione per l'antica Roma, l'energia e l'inventiva, la cura del cliente, i cibi rigorosamente freschi di giornata caratterizzano questo luogo intriso di sapori prelibati e raffinatezze alla portata di tutti (come la mozzarella di bufala aromatizzata ai frutti di bosco oppure gli gnocchi al tartufo). 
La cucina romana dai prezzi popolari spicca con tutte le tipicità della tradizione, così come i piatti a base di carne (tanto apprezzati dalle legioni di Cesare) tengono banco e istigano le voglie più nascoste. Non mancate!

4 messages:

  1. Sophies Diary06 marzo 2012 11:22

    Adoro i locali che organizzano settimanalmente qualche evento^^
    Io la sera dell'8 andrò in un risto pub con alcune amiche^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carolina Venturini06 marzo 2012 11:25

      Si, anche a me piacciono molto. Sono stata a una loro serata degustazione ispirata ai vini friulani-veneti e ho mangiato proprio bene!

      Elimina
  2. Nain Carolina, non è la mia festa, la considero una festa nata per il consumismo.
    Per me la festa della donna è quando mi sento apprezzata per qualche cosa che ho fatto, quando mio marito mi rinnova il suo bene, ogni volta che mi sento utile per i miei figli per la mia famiglia.
    Questa è la mia festa della donna.
    Però la tua iniziativa mi piace.
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carolina Venturini06 marzo 2012 21:19

      Lo è, infatti. E' una festa consumistica, come tutte le feste, Natale e Pasqua inclusi e in pole position. Semmai, secondo me, si potrebbe obiettare che la festa delle donne, in un Paese in cui le donne sono costantemente prese in giro in termini di diritti e tutele, in cui una donna stuprata non viene mai creduta, con i bollettini di guerra giornalieri riferiti alle stragi in cui le vittime sono le donne..festeggiare può appparire... particolare.... diciamo così...

      Elimina