martedì 5 giugno 2012

Terremoto Emilia Romagna: aiuto concreto 2.0 per imprenditori e allevatori

Curriculum parziale su LinkedIn
I terremotati emiliani e gli imprenditori colpiti dal sisma più e più volte hanno espresso il loro desiderio di poter riprendere il lavoro, di preservare l'occupazione, gli ordini e i rapporti con aziende internazionali capaci di garantire profitto e sviluppo. Sapete quanto posso condividere profondamente questo bisogno e questa richiesta e sapete quanto io sia impegnata in prima linea nel sociale.
Per questo motivo vorrei gratuitamente offrire la mia professionalità, le mie competenze centrate sul web 2.0, la mia qualità agli imprenditori terremotati e agli allevatori con la finalità di aiutare a sostenere le attività produttive territoriali e turistiche attraverso gli strumenti gratuiti dei social network principali. Le mie competenze vanno dal social media planning, al social media marketing, abbracciando anche (e soprattutto) il web writing e il web content design, la creazione, gestione e manutenzione di blog aziendali, la programmazione e gestione di campagne pubblicitarie mirate, l'individuazione di target e hub, le attività di digital PR, di community manager e di moderazione. Posso realizzare materiale informativo, fotografico e video utile per il web. Posso aiutare anche nel lavoro di ufficio stampa. 
Il tutto, a titolo gratuito, con l'unica necessità di telelavoro infrasettimanale (vivo e lavoro a Roma)   a cui posso aggiungere incontri bisettimanali o mensili in loco, a seconda delle necessità dell'azienda. 
Se qualcuno fosse interessato, non esiti a contattarmi scrivendo una mail a: [email protected] Vi fornirò i miei recapiti telefonici e il mio curriculum completo.

10 commenti:

  1. Sei una grande!

    RispondiElimina
  2. Bravissima! Puoi essere di grande aiuto in questo momento in cui le aziende devono risollevarsi e riprendersi. Aiutarle ad individuare una strategia pubblicitaria e promozionale sul web - tanto per fare un esempio - potrebbe essere davvero un incentivo alla ripresa.

    RispondiElimina
  3. Carolina Venturini06 giugno 2012 22:46

    Sarei felice di poter aiutare concretamente laddove c'è più bisogno: nel lavoro. Sono a disposizione.

    RispondiElimina
  4. EserciziDiLettura07 giugno 2012 07:28

    Non arrossire se ti dico di nuovo che sei straordinaria. La cartoleria dove andavo quando ero bambina aveva esposto un poster di Snoopy con su scritto: "Perché essere modesti quando si è i migliori?". Ora quella cartoleria è chiusa, altrimenti andrei a comprare il poster per regalartelo :-)
    Il tuo è il genere di aiuto che tutti dovremmo imparare a saper dare agli altri in caso di emergenza (qualunque emergenza, anche quella apparentemente più banale): imparare a donare noi stessi, il nostro tempo, le nostre capacità. E ad offrirli spontaneamente, disinteressatamente, senza aspettare che qualcuno ce li chieda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiori Di lillà12 giugno 2012 11:06

      Mi rivedo molto nelle parole che hai scritto. Gli aiuti economici non sono garanzia di riuscita. I soldi, poi, fanno gola a troppi. Il lavoro pratico, invece, può aiutare molto.

      Elimina
  5. ognuno nel proprio piccolo sa di poterlo fare
    è per questo che si diventa dei "grandi", magari non per la storia, ma per la vita di qualcuno sicuramente: questo è il modo per lasciare un segno su questa terra!

    @esercizidilettura
    bello quel poster, me lo ricordo molto bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiori Di lillà12 giugno 2012 11:05

      Anche tu hai fatto qualcosa di grande per i terremotati grazie allo strumento del fumetto! E sei un grande!

      Elimina
  6. Cosa dire dopo aver letto questo post: complimenti per la tua generosità e sensibilità. Questo progetto applicato alla tua professione e professionalità potrebbe donare molta innovazione e frutti.
    Damiano Cupelloni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiori Di lillà12 giugno 2012 11:04

      Ciao Dami,
      che bello trovarti qui! Vorrei solo rendermi utile... Non ho molta fiducia nelle raccolte fondi in queste occasioni. Non si sa mai quanti soldi realmente arrivano, quanti vengono utilizzati per ricostruire e quante famiglie beneficiano davvero degli aiuti... Preferisco sostenere la ricostruzione impegnandomi in prima linea.
      Un abbraccio,
      Carol

      Elimina
    2. Come non darti ragione sul fattore degli aiuti da parte di terze persone, una questione da sempre critica di trasparenza ed onestà. A differenza invece della tua molto meritevole e solidale al 1000%.
      Damiano

      Elimina