martedì 31 gennaio 2012

Viaggio a Firenze: tra il David, Dante e la Fallaci

Firenze. Statua di Dante Alighieri, con targa. A lato: Basilica di Santa Croce
Il viaggio a Firenze è stato il regalo di laurea più gradito. Un week end di meraviglia esplosa alla vista del David di Michelangelo; un week end intarsiato di emozione sincera nell'accedere alla  casa di Dante Alighieri, accesa ancor prima dalla commozione sgorgata alla vista della tomba di Beatrice Portinari, amata musa dantesca e intrecciata alla curiosità genuina nell'intravedere gli scorci cari alla Fallaci, utilissimi alleati del mio Progetto Oriana Fallaci. Il tutto condito da uno degli incontri più autentici degli ultimi anni: ho conosciuto la nostra cara Elisabetta, autrice di "Come l'acqua di fiume" e il suo compagno, poeta, critico d'arte e pittore (di cui vi parlerò più avanti). 
Insieme, ci siamo goduti Firenze!

venerdì 27 gennaio 2012

Confetti rossi per noi!

Immagine da: Ebay
Un solo numero conta oggi per me e per la mia famiglia: 110 e lode
La mia esperienza al master in comunicazione digitale si è conclusa così. 
Cheers!

mercoledì 25 gennaio 2012

Tesi di laurea sui social media: social network, blog, creatività e lavoro


 

I social media sono l'argomento principale della tesi di laurea che discuterò da qui a qualche giorno. In particolare, dopo una breve carrellata storica sull'evoluzione dei social network e dei blog, nel mio piccolo studio mi soffermo sugli strumenti di marketing che questi mezzi offrono. Al giorno d'oggi non è difficile aprire un sito web (o un blog o un profilo social). Il difficile è farlo funzionare, innestare il passaparola, spiccare nel marasma di link, annunci, commenti e proposte delle milioni di aziende e persone presenti in rete e con la medesima intenzione di primato. 

lunedì 23 gennaio 2012

"In a Wiki Wonderland", Ebook Mania e "La borsa di Prada"

"In a Wiki Wonderland -  Insieme, in aiuto a Wikipedia", l'ebook dei blogger nato sotto l'albero letterario natalizio 2011 con la finalità di aiutare Wikipedia attraverso la donazione dell'intero ricavato all'enciclopedia libera, è disponibile in versione cartacea e digitale sul sito di Ebook Vanilla. 
I responsabili di questo negozio online hanno aderito all'iniziativa rinunciando alla loro percentuale in favore di Wikipedia. Non solo, ci hanno dato la possibilità di far conoscere l'antologia anche sulla loro rivista digitale, Ebook Mania, uscita da pochi giorni e scaricabile gratuitamente sul sito. Uno dei racconti di noi blogger è stato incluso in una speciale rubricata intitolata Net: il bello della rete. All'unanimità abbiamo scelto di lasciare ad Ebook Vanilla l'onere dell'elezione del brano da pubblicare sulla rivista. E' stato scelto il mio, che si intitola "La borsa di Prada". Lo trovate a pagina 133. 
Se vi verrà voglia di contribuire all'iniziativa condividendo il link sui vostri profili social, facendo conoscere ai vostri amici appassionati l'antologia oppure acquistando una copia, tutti noi ve ne saremmo sinceramente grati. 
Per ordinare il libro è sufficiente registrarsi al sito, includerlo nel proprio carrello e pagare tramite le più comuni carte di credito, paypall, poste pay o bonifico bancario.

venerdì 20 gennaio 2012

Il naufragio della Costa Concordia, il bisogno di eroi e lo storytelling

Il naufragio della Costa Concordia è solo l'ultima manifestazione chiara di un bisogno profondo della nostra società. "Eroe" è un appellativo elargito presto, nell'enfasi del pathos. Abbiamo bisogno di eroi. Non li troviamo nella letteratura contemporanea, li cerchiamo nel quotidiano. Assomigliano a persone con un forte senso del dovere, capaci di dare valore profondo alla responsabilità che dovrebbe caratterizzare l'agire umano, anche e soprattutto quando s'incarna nell'archetipo implicito delle professioni in cui il dovere morale e civico è di altissimo grado. 
Dalla Grecia Antica ad oggi, questo bisogno non s'è mai sopito. Così come non ha mai smesso di trasformarsi in narrazione, attraverso tecniche di storytelling molto sfruttate dagli odierni media.

martedì 17 gennaio 2012

La ricerca della professionalità

A luglio dello scorso anno ho scritto due post incentrati sulla mia ricerca della felicità e di come questa passasse attraverso la stabilità lavorativa. Vi dico che non mi basta più. 
Davanti a me ho tre prospettive di lavoro a termine, in buona percentuale contrattualizzato e con (finalmente!) delle garanzie per quanto riguarda la malattia e le ferie ( meglio della fantascienza!). Quello che mi manca è un/una "maestro/a" con la voglia di insegnarmi il/i mestiere/i che andrò a svolgere. 

giovedì 12 gennaio 2012

The Young Victoria


"The young Victoria", alias "La giovane Victoria", è un film di Jean-Marc Vallée, datato 2009. Lasciati i panni della "tacchettina" de Il diavolo veste Prada, Emily Blunt interpreta la giovane regina Vittoria, sovrana d'Inghilterra e imperatrice d'India a partire dal 1837, anno in cui compì il suo 18esimo anno d'età. 
Il regno di questa monarca, l'ultimo del Casato degli Hannover, è stato il più longevo di tutta la storia del Regno Unito (durò ben 63 anni). Questo film, prodotto da Martin Scorzese, Graham King e Sarah Ferguson, vincitore del Premio Oscar per i migliori costumi nel 2010, affronta l'ascesa al trono della giovane Victoria, i primi anni da regina, il matrimonio con Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha. 
Le uniche critiche registrate nei confronti dell'aderenza storica della pellicola riguardano l'attentato alla giovane regina e il rapporto della stessa con lo zio Leopoldo I del Belgio. 
L'epoca vittoriana, come vi ho anticipato nel post "Once up on a time, c'era una volta", si colloca in pole position fra tutte le possibile opzioni temporali in cui ambientare le avventure per il gioco Savage World. Oltre ai tanti libri (cito solo Charles Dickens e "La piccola Dorrit", ma molti sono gli scrittori inglesi significativi da tenere in alta considerazione), ho deciso di dedicarmi allo studio approfondito di questo periodo storico anche attraverso l'ampio repertorio di film, documentari e serie tv uscite negli ultimi anni in dvd e in streaming. "The young Victoria" apre le danze.

lunedì 9 gennaio 2012

Once upon the time, c'era una volta

Copertina gioco di narrazione "Once up on the time"
Once upon the time, "C'era una volta" in inglese. E' il titolo di un gioco da tavola dedicato alla narrativa, alle fiabe, all'immaginazione. Ogni giocatore ha sei carte: le prime cinque rappresentano gli elementi della storia (luoghi, oggetti, personaggi, caratteristiche, eventi) e l'ultima recita il finale. Ognuno deve creare una storia partendo dalle carte che ha in mano.
Le carte di interruzione e le regole del gioco movimentano la partecipazione di tutti e la creazione di un racconto eccentrico e divertente. Dopo delle vacanze lavorative ad alto contenuto di stress, trovarmi a tu per tu con la fantasia mi ha fatto capire quanta elasticità mentale immaginativa ho perso in questi anni.

giovedì 5 gennaio 2012

In a Wiki Wonderland - Insieme, in aiuto a Wikipedia

In a Wiki Wonderland - Insieme, in aiuto a Wikipedia , l’antologia ideata sotto l’albero letterario di Natale di questo blog, è stata pubblicata. Potete trovare e acquistare il libro direttamente qui. E' disponibile in forato cartaceo, a 6,00€ circa, e in formato ebook, a 2,00€. E' possibile effettuare l'acquisto online, grazie al negozio virtuale, qui presente. Tutti i proventi andranno a Wikipedia. L'editore, Ebook Vanilla, ha deciso, in maniera autonoma, di partecipare all'iniziativa rinunciando alla sua percentuale, scegliendo di devolverla alla causa. Ci è stata data l'opportunità di far conoscere l'antologia attraverso la rivista digitale Ebook Mania. 
Per chiunque lo desideri, metterò a disposizione le informazioni sulle donazioni in favore di Wikipedia nate dall'acquisto del libro.

lunedì 2 gennaio 2012

Vacanze lavorative

Vacanze lavorative, così si possono definire le mie ferie. D'un tratto, il mondo s'è svegliato e, in un baleno, mi sono ritrovata sommersa dalle richieste di lavoro. Non so più a chi dare i resti.