mercoledì 29 febbraio 2012

Pamela Serafino mi intervista

Foto che mi ritrae. Anno 2004
La scorsa settimana Pamela Serafino, docente, pubblicista, scrittrice e blogger mi ha contattata per un'intervista. Ho raccontato la mia esperienza con la scrittura creativa, con il mondo dell'editoria e con questo blog. Ho potuto esprimere il mio pensiero riguardo i concorsi letterari e gli step necessari agli aspiranti scrittori. Di seguito vi propongo un piccolo assaggio. 

Marzo e le risposte sulla mia salute e sul mio lavoro

Immagine di: lacassa.net
Crocchi viola.
Marzo sarà il mese delle risposte. La primavera scuoterà la polvere da tante situazioni appese a un filo. Salute e lavoro sono i due macro argomenti che caratterizzano questo periodo. Visite mediche e diagnosi, curriculum inviati e iscrizione a concorsi pubblici, lumi sull'inizio del servizio civile, inizio della preparazione per l'esame d'ingresso a psicologia: questa la sintesi pregna di aspettative, timori e speranze.

martedì 28 febbraio 2012

Scrivere la tesi. Come scegliere l'argomento, organizzare il lavoro e produrre il testo

Immagine di agenda settimanale.
Qualche giorno fa una persona mi ha contattato via Facebook chiedendomi: "Dovrei scrivere la tesina. Come devo fare? Da dove inizio? Chiedo a te perché hai scritto due tesi di laurea. Mi puoi aiutare?". Ho pensato che questo argomento potesse interessare tante persone e, quindi, eccomi a raccontare come impostare il lavoro antecedente la scrittura della tesi (sia essa di laurea o di fine corso) e come sopravvivere alla mole di argomenti che cercheranno di prendere il sopravvento durante la stesura del testo.

lunedì 27 febbraio 2012

Scandalo Roma: i social network non bastano. Si deve dare di più.

Stemma dell'A.S. Roma
Roma scandalosa. Solo questo si può dire della partita di ieri, persa contro l'Atalanta 4-1. Roma scandalosa. Non solo per il risultato, ma soprattutto per l'atteggiamento. Lo so: questo non è un blog calcistico, eppure mi è impossibile tacere davanti a una squadra di giovani che  si comportano con tale indifferenza avendo tra le mani l'occasione della vita, un progetto e delle prospettive da far invidia a chiunque, uno stipendio da privilegiati, un contratto più che interessante, una società che li tutela e protegge sempre e un allenatore che si è sempre assunto le responsabilità (anche le loro)!

domenica 26 febbraio 2012

"Fiori senza luce" di Michele Giannantonio

Copertina del libro: "Fiori senza luce"
di Michele Giannantonio
"Fiori senza luce - Sentieri per la crescita sessuale femminile" di Michele Giannantonio, Ecomind Editore, è un tentativo, da parte dell'autore, di avvicinarsi ai problemi sessuali femminili e di coppia con spirito positivo. Superando l'etichetta della "frigidità", Michele Giannantonio indaga le diverse tipologie di disturbi sessuali, le origini e motivazioni, i livelli di gravità della situazione proponendo, nella seconda parte del libro, una gamma di esercizi pratici da effettuare singolarmente e in coppia. Lo scopo è il cambiamento e il miglioramento della vita sessuale delle donne. Molto vicino ai manuali di self help, si differenzia però nel suo voler andare oltre i pregiudizi e nell'intenzione di trattare il lettore da adulto. Michele Giannantonio, infatti, invita le donne ad assumersi la responsabilità dei problemi sessuali e dell'insoddisfazione sessuale che le contraddistingue, senza nascondersi dietro scuse, accuse o comportamenti prestabiliti. 

giovedì 23 febbraio 2012

Vanity Fair, Enrico Mentana, la riforma del lavoro e la disoccupazione giovanile

Copertina di Vanity Fair del 22 febbraio 2012.
La cantante Noemi in cover.
Gente e piccioni, oggi, a Venezia. Un biglietto non cambiato e Vanity Fair tra le mani. Al sole, leggo la risposta di Enrico Mentana (pag. 26) a un lettore laureato in lettere e disoccupato  (come me). Chiedeva se era possibile sperare nella riforma del lavoro annunciata dall'accoppiata Monti-Fornero. La disoccupazione giovanile è al 31%, solo la Spagna ci supera in questo mattatoio di futuro, dice il giornalista riprendendo dati noti da mesi e sin troppo ignorati. Ma Enrico Mentana dice anche altro. Mi riferisco alle riflessioni dell'autore riguardo i posti di lavoro vacanti in quei settori definiti "umili" e all'approccio dei giovani laureati nella ricerca del lavoro. Vi cito alcuni passaggi dell'articolo che mi hanno colpita. 

lunedì 20 febbraio 2012

Basiliano: come trasformare un bar di paese in un bar 2.0

Foto di Basiliano. A sinistra: la statua in onore ai caduti di tutte le guerre.
Persone per strada, assenza di auto ed indicazioni stradali.
In questa fotografia antica è immortalata la piazza di Basiliano, un paesino del medio Friuli di circa 5400 anime, nel quale sono crescita per quindici anni. Si possono contare tre bar nel nucleo della piazza del paese, di cui uno leggermente decentrato. La crisi economica ha colpito i piccoli centri e le piccole imprese a conduzione familiare e anche Basiliano ha subito l'onda anomala globale. In questi giorni, trovandomi di nuovo a casa, mi sono spesso soffermata ad immaginare come si potrebbe trasformare un bar di paese in un bar 2.0, con l'obbiettivo specifico di ampliare la clientela fissa e le risorse per investire nell'innovazione tecnologica per la ristorazione e il miglioramento degli arredi. Per rispondere a questa sollecitazione della fantasia, ho deciso di prendere come punto di riferimento un bar molto noto in zona. I proprietari hanno saputo differenziarsi dagli altri ampliando la propria offerta, raggiungendo target di clientela diversi. Pur rimanendo profondamente attaccato alla vecchia tradizione paesana, molte delle sue caratteristiche sono facilmente spendibili in chiave social. Immaginate come sarebbe, insieme a me!

sabato 18 febbraio 2012

La maternità al tempo del precariato

Donna alle prese con la maternità, il lavoro e lo stress quotidiano.
Immagine da:www.google.com
La maternità è una naturale e biologica fase della vita di una donna. Non è un handicap, non è un torto. E'  l'inizio dell'evoluzione della specie. 
La maternità al tempo della precariato è un lusso, un problema, un intralcio, un'ipotesi di licenziamento (o di non assunzione se la donna è nell'età considerata idonea per la riproduzione). Qual è il problema? Il "pericolo" del congedo di maternità è davvero un deterrente anti-occupazionale? Le puerpere sono davvero "inabili" al lavoro? Le neo mamme perdono davvero le loro competenze professionali in seguito al parto? 
Se vi sembrano domande idiote, fermatevi ad ascoltare i pregiudizi che circolano sull'argomento e, se ancora non siete convinti che la maternità al tempo del precariato non sia un problema, guardate le stime di disoccupazione femminile in Italia (attestate intorno al 30% circa) e i numeri delle cause per mobbing riconducibile al post parto.

venerdì 17 febbraio 2012

Intervista a Tiziana Cazziero, autrice di "Voltare pagina"


Tiziana Cazziero è una giovane scrittrice emergente. Autrice del romanzo Voltare Pagina, scrive per diverse redazioni online. Dopo molto tempo, vi propongo una nuova intervista. In questi mesi ho dovuto rifiutare le richieste di molti autori che desideravano farsi conoscere tramite questo strumento, a causa dei miei tanti impegni. Oggi Tiziana Cazziero ci parlerà del suo libro, del suo approccio alla scrittura e della sua esperienza con le case editrici a pagamento. Il contenuto dell'intervista è stato scritto interamente dall'autrice. Ve lo pubblico come mi è stato mandato. Buona lettura!

mercoledì 15 febbraio 2012

I giovani e il miraggio ossessivo: un lavoro normale

Dadi che formano la parola inglese "work",
che significa "lavoro" in italiano.
Immagine da: www.google.it
Il 31% dei giovani disoccupati italiani dai 18 ai 35 anni vive con un miraggio ossessivo: avere un lavoro normale. Per "normale" si intende un lavoro contrattualizzato, retribuito, la cui durata determinata, precaria e occasionale risulti comunque accettabile. Nessuno di questi giovani (io inclusa) si aspetta un posto fisso. Lo sappiamo che per noi non c'è questa possibilità. Lo abbiamo accettato. In Italia, i politici non perdono occasione per parlare a vanvera sul mondo dei giovani, dei laureati e dei disoccupati. In Italia il lavoro nero, lo sfruttamento/la schiavitù nel lavoratore, la tolleranza di condizioni di lavoro disumanizzanti, del mobbing, delle frodi ai danni del lavoratore sono considerate normali, giuste e accettabili. L'articolo 18 è raggirato con una semplicità imbarazzante, grazie a bastimenti carichi di bugie. Nel mio profilo Google Plus ho posto una domanda al riguardo. Ve la ripropongo anche qui.

martedì 14 febbraio 2012

L'isola di Victoria Hislop

Copertina del libro
L'isola di Victoria Hislop è un romanzo d'amore che non t'aspetti. Immersa nella Creta del primo Novecento, la storia familiare di Alexis, Sofia, Anna e Maria va in scena nel palcoscenico di Spinalonga, l'antico centro della civiltà nel golfo di Mirabello, piccola isola e fortezza veneziana e lebbrosario dal 1903. La lebbra è il filo conduttore che contagia la narrazione, formandola e deformandola a seconda del punto di vista dei personaggi. Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, l'occupazione tedesca di Creta, l'avanzamento nella ricerca medica e l'individuazione di una cura saranno la tavolozza sulla quale verranno dipinti i percorsi di individuazione e d'amore, le turbolente passioni, i momenti di violenza feroce e le amicizie più tenere.

San Valentino: le frasi d'amore ne "L'amante di Lady Chatterley" di Lawrence

Cuori di San Valentino
Buon San Valentino! La festa degli innamorati è il momento ideale per riscoprire le più belle frasi d'amore disseminate nella letteratura mondiale. Come sapete, fra i miei libri preferiti L'amante di Lady Chatterley di David Herbert Lawrence impera. 
Il suo impetuoso linguaggio passionale imbevuto in una storia erotica, la cui seduzione si avviluppa a un percorso di individuazione e di senso degno di un capolavoro, rimangono scolpiti nella memoria della mia pelle, prima ancora che in quella della mia coscienza letteraria. Per questo motivo, scelgo di festeggiare questo giorno con una citazione d'amore  tratta da quello che, secondo me, è uno dei classici più belli mai scritti.

lunedì 13 febbraio 2012

Dietro la vignetta: il fumetto come non l'avete mai visto


Immagine di Corto Maltese

Di Fabio Bogliotti e Gianluca Serratore

Mi sono chiesto più volte come iniziare (e anche sviluppare, a dire il vero) questo articolo sul mondo del fumetto: un po’ di tecnica per coinvolgere il lettore o una esposizione enciclopedica? Ho scelto una terza strada, che prova ad affiancare le due sopra citate: seguitemi e vediamo cosa ne viene fuori.

giovedì 9 febbraio 2012

L'esempio dell'A.S. Roma nel social media marketing

Stemma dell'A.S. Roma: uno scudo diviso
orizzontalmente
con la lupa capitolina
e l'acronimo della società. Lo sfondo oro e rosso evoca
Roma e la squadra di calcio.
Immagine da: www.google.it
Non è la prima volta che parlo dell'A.s. Roma. Oggi niente Steve Jobs e il suo "Stay hungry, stay foolish". Voglio divertirmi analizzando le strategie di social media marketing che l'A.s. Roma sta attuando su Facebook. La società giallo-rossa è attiva anche negli altri canali social, You Tube e Twitter in primis, ma quel che avviene su Facebook è degno di nota. 

Nella mia tesi di laurea per il master in comunicazione digitale ho parlato del "caso A.S. Roma", emblematico per comprendere le potenzialità commerciali dei social network.
Mi piacerebbe condividere con voi questo mio piccolo studio sulle strategie di social media marketing attuate dall'azienda perché penso che possa essere utile per tutti. Di seguito, quindi, vi propongo un piccolo estratto della mia tesi di laurea. I contenuti sono fedeli all'originale, ma adattati e semplificati per venire incontro anche a coloro che sono completamente estranei all'argomento. 

mercoledì 8 febbraio 2012

"Sotto i fiori di lillà": la pagina Facebook del blog

Fiori di lillà.
Immagine da:www.google.it
A partire da oggi la pagina ufficiale del blog su Facebook sarà solo e soltanto "Sotto i fiori di lillà". Aperta alle vostre discussioni o link interessanti, potrete trovare nella fan page gli aggiornamenti del blog, notizie dal mondo Twitter, discussioni, sondaggi, informazioni sui concorsi letterari, articoli di approfondimento relativi ai social media e alla mia tesi di laurea, condivisione di slide delle lezioni che terrò all'università e degli aggiornamenti  letterari su Anobii. Condividerò i video realizzati durante i viaggi, i convegni, le manifestazioni, le mostre direttamente dal mio canale You Tube (in via di miglioramento). Sto organizzando anche un servizio di consulenza e supporto social media per le persone o le aziende interessate alle mie competenze 2.0. Non mancheranno le novità sul Progetto Oriana Fallaci,  i risultati de In a Wiki Wonderland, assaggi dei racconti che scriverò per i concorsi letterari e su altri lavori scrittori che realizzerò nel prossimo futuro. E, infine, la mia passione calcistica per l'A.S. Roma farà capolino con highlights dei match e le twittate dei miei beniamini. Sarò felice di incontrarvi in Sotto i fiori di lillà, fan page del blog! 

lunedì 6 febbraio 2012

Nuove professioni: il community manager

Cubo di Rubik dei social media.
Immagine da: www.google.it
L'Information Tecnologhy, ovvero le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ha permesso la creazione di nuove professioni. Il web e i social media hanno generato una quantità abnorme di opportunità di impiego (solo Facebook occupa 34 mila professionisti in Italia, secondo la ricerca di Deloitte). Il community manager è uno dei più richiesti, nell'ultimo periodo. 

Di recente mi è stato offerto un posto come community manager all'interno di un progetto che, a parole, aveva la sua ipotetica rilevanza sociale. Questa esperienza mi ha permesso di focalizzare meglio una delle nuove professioni web e una fra le più poliedriche e polifunzionali: il community manager è davvero un lavoro a tutto tondo.

domenica 5 febbraio 2012

Neve a Roma: qualcuno ancora si stupisce?


Roma. Parco di quartiere. Pini innevati.

La neve a Roma è arrivata, come ogni anno, puntuale nel suo appuntamento con l'inverno. Più generosa del solito, notificata da giorni su uno qualsiasi dei tanti dispositivi meteo, applicazioni per telefono cellulare e osservazioni soprannaturali del cielo, la coltre bianca è stata in grado (anche questa volta) di stupire il nostro sindaco e di lasciare in braghe di tela una città perennemente incapace di affrontare la più banale perturbazione mandata da un qualsivoglia Zeus del cielo. 
Che dire? La fiera delle banalità, anche questa volta.