lunedì 30 aprile 2012

Twitter - Come fare per preparare e realizzare un live twitting interessante?

Twitter è uno dei più importati social network del momento. Il suo utilizzo è rilevante per quelle realtà che desiderano diffondere in tempo reale i loro contenuti. Tale diffusione si accentua quando si vuole offrire un servizio di copertura social riguardo eventi che possono interessare un pubblico anche a distanza. Ma la domanda nasce spontanea: come fare per preparare e organizzare un live twitting interessante? Aggiungo: seguito, condiviso, vivo e non autistico o cacofonico? Le mie recenti esperienze mi hanno insegnato molto. Più formative di qualsiasi lezione affrontata durante il master (il quale ha sorvolato sulla pratica del social network [D'altronde, ai ministeri non interessava].). L'organizzazione antecedente, la messa in pratica, il coordinamento e lo sviluppo in tempo reale delle comunicazioni telematiche e digitali sono punti fondamentali per un buon live twitting. Quello che seguirà è il frutto di esperienza 2.0 diretta ( ovvero dai miei esperimenti volontari e gratuiti).

domenica 29 aprile 2012

LibrInnovando, the day after e il live twitting

Locandina di "Librinnovando"
LibrInnovando, the day after. Ovvero cosa rimane dell'esperienza vissuta tra l'Auditorium Morricone dell'Università di Tor Vergata e il live twitting (hashtag: #librinnovando - Dovrete bypassare diverso spam pornografico, ma i contenuti significativi ci sono). LibrInnovando ha avuto come protagonisti il progetto Le Dita, Tropico del Libro, Critica Letteraria, Liber Liber, Bookrepublic e Oilproject. Online un folto gruppo di editori ha seguito l'evento grazie allo streaming proposto dalla RAI (e che non ha mancato di suscitare polemiche tra i possessori di Apple). Mondadori è intervenuta ventilando la volontà di aprire una sua piattaforma per il self publishing, segno che questo mercato interessa. 
Cuore dell'evento, com'è logico aspettarsi, l'editoria digitale, il mercato degli ebook, le innovazioni tecnologiche che influenzano la lettura e gli approcci agli acquisti, le percentuali di scrittori che in America riescono a vivere come romanzieri (0,05%), i diritti d'autore e DRM, la nuova configurazione delle biblioteche, l'offerta  nelle librerie, il self publishing e Amazon. Vorrei parlare con voi di alcuni argomenti nati con gli interventi in LibrInnovando e del live-twitting.

venerdì 27 aprile 2012

21 aprile 753 a.C. - 21 aprile 2012: 2765° Natale di Roma


Gruppo Storico Romano.
Foto di Venturini Carolina

Narra la leggenda che il 21 aprile 753 a.C. Romolo fondò la città di Roma. Quando il Sole entra nel segno del Toro, il primo re della Città Eterna avvia una storia millenaria. Il 21 aprile 2012 la capitale ha festeggiato il suo 2765° Natale di Roma, ovvero il compleanno dell'Urbe. Tre giorni di festeggiamenti, dodici Paesi Europei, quarantasei gruppi storici hanno rievocato il mito di Roma. Parate militari dei centurioni, sfilate di amazzoni, dee e matrone, marce di gladiatori e prigionieri hanno contribuito a raccontare parti della storia capitolina. La sfilata, momento saliente di tutta la rievocazione storica, ha dato il via a un proseguo di eventi al Circo Massimo tra i quali il Funerale Romano, le lotte al Colosseo, la guerra in Gallia hanno rappresentato i punti conclusivi più salienti. Vi racconto il mio primo Natale di Roma con le immagini e i video amatoriali realizzati.

Aspettando LibrInnovando. Ebook e e-reader, secondo me

Spot LibrInnovando
A un passo da LibrInnovando, mi pare logico raccontare la mia esperienza con l'editoria digitale, in particolare con gli ebook, l'e-reader e l'on demand. Ho un e-reader da un paio d'anni e solo ultimamente mi sono decisa a utilizzarlo. Regalo ricevuto per la prima laurea, l'ho tenuto a debita distanza per molti mesi. Il minimo sindacale per abituarmi al fiume della rivoluzione digitale. Sono follemente innamorata dei libri cartacei: il mio incontro con i pdf e gli epub non è stato dei migliori. Diffidenza, in primo luogo. A un anno di distanza, qualcosa è cambiato.

giovedì 26 aprile 2012

Buon compleanno editor in chief di Sotto i Fiori di lillà

Foto di fetta di torta al cioccolato con ciliegia
26 aprile 2012: una data bellissima. Si potrebbe dire tante cose al riguardo, ma mi limito a una.

Buon compleanno editor in chief di Sotto i fiori di lillà

Eh già, proprio oggi compio gli anni.

martedì 24 aprile 2012

Lavoro, contratto, retribuzione: vietato l'accesso ai giovani

Oggi mi sento triste. Di ritorno dall'incontro con l'avvocato, mi interrogo sugli ultimi 3 anni di lavoro, i quali mi hanno portato a mala pena 800,00€ lordi in totale, nulla di previdenza sociale e nulla da un punto di vista contrattuale. Soffro ogni volta che ci penso. Mi domando costantemente: come cambiare rotta? Dove cercare lavoro retribuito? E' proprio vero che non c'è alcuna speranza di riconoscimento?  Davvero non valgo nulla? Che cosa devo fare per far comprendere ai tanti Promoter di lavoro che ho diritto alla retribuzione e che sono stanca delle bugie e degli inganni? Il lavoro è una cosa seria, vitale. Mi sento sprecata. Sono consapevole del mio valore come lavoratrice (no, questo non me lo toglierete!) e non riesco a rassegnarmi. 

lunedì 23 aprile 2012

The Reader

The Reader
"The reader" mi accompagna da alcuni giorni. Datato 2009, di nazionalità tedesca e inglese, diretto da Stephen Daldry, interpretato da Kate Winslet, Ralph Fiennes e David Kross, è un film il cui genere drammatico non circoscrive la sceneggiatura, ma la amplia. Letteratura, storia e anima sono le colonne portanti di un capolavoro nato dall'omonimo romanzo di Bernhard Schlink. Per preparare il terreno alla stesura di quello che definisco Progetto Oriana Fallaci, mi dedico all'esplorazione dei temi della Seconda Guerra Mondiale. "The reader" affronta il post Olocausto. Generazioni a confronto con la grande colpa della Germania e con vita che riprende, aggravata dalle circostanze di sviluppo, l'assunzione di responsabilità, i giudizi insindacabili, l'orrore e l'amore.  Ma il film non si limita allo sterminio nazista e al confronto generazionale sul tema. Parla dei tanti volti che ognuno di noi possiede. Suggerisce una strada per affrontare la Colpa attraverso la narrazione, la ricerca, la comprensione, la condivisione, la rivelazione a voce alta del segreto nascosto nelle tenebre. Il potere della voce, della parola che cura e dell'ascolto che perdona. L'importanza della cultura, dell'alfabetizzazione, di come l'ignoranza possa determinare il destino degli esseri umani sono colonne portanti di un film che merita di essere conosciuto.

Intervista a Marilde Trinchero, scrittrice e arteterapeuta

Foto di Marilde Trinchero
Conosco Marilde Trinchero da diversi anni. Il suo blog (lasolitudinedellemadri.blogspot.com) e il suo libro La solitudine delle madri, Magi Edizioni, mi sono entrati nel cuore, senza neanche chiedere permesso. E' una persona speciale, Marilde. Dopo quasi un anno di assenza dal web e dalle librerie, torna con un nuovo libro di prossima pubblicazione, il cui tema è la reclusione (del corpo, della mente, esterna e interiore). Con quest'intervista desidero farvi conoscere una donna e un'autrice capace di toccare corde molto profonde dell'animo femminile e materno.

venerdì 20 aprile 2012

Alcuni volti dell'editoria italiana

L'editoria italiana ha molti volti. Di recente, l'attenzione e i riflettori vengono puntati contro gli editori a pagamento (EAP), lasciando in ombra quanti vivono con la stipula di contratti fasulli, lavoro nero, false rendicontazioni e mancati pagamenti, false dichiarazioni, stage senza speranza e formazione, irregolarità di vario genere e diritti d'autore non rispettati. L'editoria italiana non è solo la stima dell'analfabetismo cronico del nostro Paese, la percentuale di vendita degli ebook, l'elenco o le classifiche dei "migliori" best seller-meteore del momento, le collane raffazzonate, le traduzioni con i piedi per aria oppure la proliferazione di print on-demand senza futuro. L'editoria italiana si contraddistingue nel marcio (di cui i concorsi letterari e le finte agenzie letterarie sono parte in causa) e nelle rare isole di luce, quei piccoli o grandi marchi che prendono sul serio questo lavoro. 

Se non amassi la scrittura (e non aspirassi a diventare una scrittrice, un giorno) metterei una pietra sopra agli editori, all'editoria e a ogni forma correlata, di qualsiasi risma sia.

Il gioco di Ender, di Orson Scott Card

Il gioco di Ender di Orson Scott Card è il primo capitolo de "Il Ciclo di Ender". Nato dal racconto omonimo vincitore del Premio Jhon W. Campbell nel 1977, è stato scritto nel 1985. Vincitore del Premio Hugo e del Premio Nebula nel 1986, è il romanzo più noto dello scrittore statunitense, anche autore di alcuni fumetti per la Marvel Comics. Di difficile (se non impossibile) reperibilità in libreria, Il gioco di Ender è sicuramente parte delle collezioni dei classici grazie a edizioni datate fine anni '80 o '90. In alternativa, nei circuiti di vendita e diffusione di ebook potrebbe essere più semplice incontrarlo. Fino alla prossima ristampa, chiaro. 

A me è stato imprestato e la sua lettura è stata quanto di più spiazzante mi sia capitato negli ultimi tempi. Questione di standing ovation e lacrime. Quasi trecento pagine finite in 24h.

giovedì 19 aprile 2012

Live twitting e streaming- Seminario sulla progettazione e sviluppo di strategie di marketing per le piccole e micro imprese (hashtag:#marketingpmi)

Logo di Imprenderò, progetto regionale
per gli imprenditori e lavoratori  autonomi
UDINE - Ieri ho partecipato al live twitting del seminario sulla progettazione e sviluppo di strategie di marketing per le piccole e micro imprese organizzato da Imprenderò. Dalle 17:00 alle 21:00, infatti, presso la sede dalla Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa Provinciale di Udine, in collaborazione con @Sottopensiero, @Marketing Udine e la stessa @ImprenderoFVG abbiamo realizzato una copertura mediatica mai sperimentata prima per iniziative provinciali di questo genere, nell'ambito del Progetto Imprenderò. 
Il seminario ha raggiunto il tutto esaurito nelle prenotazioni in breve tempo.  Ho proposto l'idea di sfruttare i social media per consentire alle persone di seguire il seminario anche a distanza. Alla mia idea, si è aggiunta la proposta di Imprenderò - poi diventata realtà - di realizzare una diretta video. Agli esuberi nelle prenotazioni abbiamo permesso, grazie a un lavoro in team, di seguire quest'occasione di cultura d'impresa su più fronti. Per me è stata formazione a 360° e per questo ringrazio gli organizzatori e tutte le persone che mi hanno dato l'opportunità di collaborare e apprendere attivamente. Se vi farà piacere scoprire tutto l'evolversi del seminario su Twitter, potete affidarvi all'hashtag #marketingpmi. 

Io, intanto, vi racconto i temi salienti, le provocazioni e i consigli pratici che sono nati da questo incontro. 

martedì 17 aprile 2012

Curriculum vitae moderno? Facile! Curriculum infografica

Tipologia di infografica per curriculum.
L'immagine appartiene a Daniele Prati
(www.danieleprati.it)
e rappresenta le tre macro aree della creatività
legate al web, alla scrittura
e alla grafica. 
L'innovazione e la modernità toccano anche il curriculum vitae, un elemento essenziale nella ricerca del lavoro. Ad oggi, esiste un modo facile e veloce per aggiornare il proprio profilo professionale, rendendolo visivamente accattivante e, al tempo stesso, condensato di informazioni dirette sulla propria professionalità, rese interessanti dallo story telling narrativo insito nelle immagini e nella linea del tempo. Si tratta del curriculum infografica, la cosiddetta nuova frontiera che i lavoratori moderni sono obbligati a conoscere e, molto probabilmente, a frequentare.

lunedì 16 aprile 2012

Gmail, Google Plus e Twitter: novità e scoperte

Logo di Google Plus (G+)
Gmail, Google Plus e Twitter sono i miei "mai più senza". Certo, Enzo e Carla ne sarebbero inorriditi ma, ahimè, tra moda e social la mia scelta è sempre la seconda (fino ad ora). Gmail è la mia inseparabile compagna da anni; Google Plus è un "risolvi vita" impareggiabile e Twitter è l'assurdità di un "uaoooo" insperato. In quest'ultimo periodo, Google ha innovato le sue interfacce e i suoi servizi, andando incontro a molte esigenze dei lavoratori. In particolare, a mio modesto modo di vedere, a tutti quelli che in ufficio non possono utilizzare i social network (e l'Italia, in questo, è un'apripista). Non solo, la gestione separata e integrata di più indirizzi e-mail in Google permette una fluidità mai sperimentata prima del flusso comunicativo giornaliero su più fronti. La "decriptazione" di come si usa Twitter e di "a che cosa serve Twitter" (cosa su cui stavo ancora lavorando, nonostante la tesi sui social media) mi sta permettendo di apprezzare di più lo strumento, di ampliare i miei contatti, di implementare i miei impegni e, cosa non da poco, di aumentare l'accesso dei visitatori in questo blog. 

sabato 14 aprile 2012

Diario - Il primo mese di servizio civile

Logo del Servizio Civile Nazionale
Inauguro una nuova rubrica mensile del blog. Si chiama "Diario" e racconterà l'esperienza di questo anno di servizio civile. E' un momento di vita così particolare: sto andando incontro ad esperienze forti, che già mi stanno cambiando. Per questo ritengo importante lasciarne traccia, condividendo con voi questi momenti di crescita e di lavoro. In queste ultime quattro settimane ho iniziato la formazione e l'affiancamento. Di pari passo con l'avvio del servizio civile mi sono arrivate tre proposte di lavoro, tutte ancora da concretizzare, per le quali, però, ho già iniziato a spendermi, anche se con il freno a mano tirato (memore delle recenti e diffuse fregature su più fronti). Ho rallentato il ritmo di pubblicazione di articoli su questo blog perché mi manca il tempo o, in alcuni casi, quello di cui vorrei parlare non è adatto al web. Ecco, quindi, la prima pagina di diario del mese a cavallo fra marzo e aprile.

giovedì 12 aprile 2012

Fra musica e avventura. Una storia di calcio narrata dai bardi allo stadio



Questo è un post diverso dal solito. Prima di leggerlo, evocate l'inno della Champions League. Alzate il volume e fatevi trasportare dal lirismo. Chiudete gli occhi. Sentite vibrare l'emozione. La poesia. Sentitela scorrere come i brividi che, partendo dalle gambe fino alle orecchie, esplodono nel cervello e nel cuore, scoppiando all'unisono con il coro che canta "The champions!". Fra musica e avventura. L'anno 2011-2012 è stato, per me, una storia di calcio narrata dai bardi allo stadio. 

mercoledì 11 aprile 2012

Intervista a Lucia Guida, scrittrice


Copertina del libro "Succo di Melagrana" di Lucia Guida

Lucia Guida è una scrittrice emergente italiana. Mi ha contattata dopo aver conosciuto questo blog attraverso le parole di una mia collega del master ed è con gioia che ho accettato di leggere il suo libro e di conoscerla e farla conoscere attraverso quest'intervista. Lucia si occupa del femminile. I suoi racconti dipingono l'universo della donna e delle scelte ed è anche per questo motivo che ho accettato di conoscere la sua proposta letteraria, di cui vi parlerà prossimamente. In questa chiacchierata, io e Lucia ci siamo soffermate sui suoi passi nel mondo della scrittura creativa, abbiamo riflettuto sulla vicende del Festival Dell'Inedito, sull'editoria digitale, sul mondo dei concorsi letterari. Per me, è stata una piacevole scoperta, anche considerando la sua professione principale. Non mi resta che lasciare a lei la parola e a voi il piacere di ascoltarla.

martedì 10 aprile 2012

Treccia dolce aromatizzata con la grappa al miele

Treccia dolce aromatizzata alla grappa al miele
La treccia dolce aromatizzata con la grappa al miele e decorata con scaglie di cioccolato è stato il mio secondo esperimento lievitato per il menù pasquale. Non avrei mai detto che la cucina - e la pasticceria - potesse stimolarmi così tanto la creatività e quel senso di "pace con il mondo". La voglia di sperimentarmi con la pasta lievitata mi è nata durante un picnic in riva al mare, qualche tempo fa. Una mia amica è specialista in fatto di trecce dolci (in particolare alla Nutella!) e salate e così le ho chiesto la ricetta. 
Lo ammetto: in questo sono come mia nonna. Ovvero, ho preso la base della sua ricetta e ho modificato qualche parametro, sospinta dalla creatività e dall'inventiva del momento. Così, al posto della crema al cioccolato e nocciola, mi sono lasciata ispirare dalle mie radici friulane e ho seriamente preso in considerazione una delle mie grappe preferite: quella al miele. Quindi, mi sono chiesta? Perché non condividerla? Ecco, quindi, la ricetta!

Edizioni dell'Anna e Tour Italiano: denunciare o non denunciare? Vi chiedo aiuto

Foto del mio articolo "Roderigo sotto i fiori di lillà"
pubblicato sul prototipo di "Gente Moderna",
nella sezione "Letteratura",
Edizioni dell'Anna. Rivista non in edicola.
Edizioni dell'Anna e Tour Italiano: denunciare o non denunciare? Questo è il problema!La situazione è la seguente. Grazie a una chiacchierata con una mia ex collega, ho scoperto che quattro miei articoli saranno pubblicati dalla prima casa editrice con cui ho lavorato, in un annuale che uscirà a breve nelle edicole. Ho scoperto anche che i miei contenuti sono stati utilizzati per realizzare le pagine del sito web, nella sezione Friuli Venezia Giulia, il tutto a mia totale e completa insaputa. Questi articoli sono pubblicati anche nel pdf della rivista in pronta uscita. Edizioni dell'Anna non mi ha avvisato in nessun modo dell'intenzione di utilizzare i miei scritti e di pubblicare i miei articoli, come invece era tenuta da contratto. Non solo.

venerdì 6 aprile 2012

Auguri di Buona Pasqua!

Albero in fiore. Primavera. Foto di: Venturini Carolina
Tanti auguri di Buona Pasqua a tutti voi. Vi auguro di passare delle giornate belle e ricche di emozioni, creatività, relazioni e amore. Ci risentiamo presto, con tante novità, interviste, recensioni, proposte e riflessioni letterarie, social e... "work in progress"! 

mercoledì 4 aprile 2012

La Collana del Girasole e "I diritti del malato di cancro"

Logo di AIMaC
 La Collana del Girasole è composta da trenta libretti e due dvd il cui argomento principale è il cancro, la chemioterapia e la radioterapia. Fra questi, "I diritti del malato di cancro" è uno dei più importanti e richiesti, in quanto aiuta a comprendere quali sono le leggi che tutelano il paziente, quali benefici possono essere richiesti, su quali diritti si può fare affidamento, a chi rivolgersi, quali tempistiche ci si deve aspettare, quali limiti si possono incontrare. L'Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici (AIMaC) ha realizzato questo supporto informativo come servizio gratuito liberamente scaricabile dal sito (www.aimac.it) attraverso il menù in Home Page intitolato "Informazioni sul cancro" alla voce "Libretti" (è il secondo, dopo "Tipi di Tumore"). Tutti coloro che desiderano approfondire o conoscere la patologia e le principali cure, ma desiderano ricevere il supporto cartaceo, possono farne richiesta diretta all'associazione, la quale provvederà a inviarlo a casa vostra senza alcuna spesa di spedizione o costo aggiuntivo. In questi giorni, grazie alla formazione del servizio civile, ho avuto modo di iniziare a studiare proprio il libretto "I diritti del malato di cancro" ed è per questo che ho deciso di parlarvene.  Non sono un'avvocato, non ho una cultura giuridica solida alle spalle, ci tengo a sottolinearlo. Ma questo libricino è scritto in maniera comprensibile ed è facile da leggere e memorizzare. Sono consapevole che il tema è quanto più delicato, ma credo di fare del bene permettendovi di conoscere questa associazione, questa collana e questo libro in particolare. La vita è imprevedibile. Fa sempre bene sapere di poter contare su uno strumento in più, in caso di bisogno. 

lunedì 2 aprile 2012

Uova di Pasqua e menù pasquale: la Pasqua a casa mia

Uovo di Pasqua. Immagine da:www.google.it
Uova di Pasqua, coniglietti al cioccolato, cestini colmi di praline, decorazioni fai da te e menù pasquali appetitosi: le nostre case si tingono dei colori pastello. L'albero di Pasqua rallegra le stanze e i bambini si divertono decorando le uova a mano, con pennarelli, pennelli e stoffe, preparandosi ai tipici giochi delle tradizioni regionali. Già me li immagino i pargoli friulani allenarsi per le sfide di Truc nel cividalese! Che cosa dire dei tanti master all'opera per le sfide di gioco di ruolo a Pasquetta? Il profumo dei panini pasquali preparati in anticipo, così, solo per provare, non si sa mai che la ricetta poi non funzioni, riempie i vicoli di ogni borgo italiano. La Pasqua è il momento della creatività. Bigliettini e colombe fatte in casa sono l'emblema di un momento di gioia che il calendario ci ricorda di festeggiare. Per chi è credente e per chi non lo è, questa festa, capace di scuotere anche i cuori più chiusi, ricorda a tutti che esiste la rinascita, la Resurrezione.
Di un Dio, di una stagione, di un'esperienza di vita, della terra, delle piante, della speranza, di noi.
Dio è risolto e non siamo più soli. La vita è tornata e possiamo gioire.
Voi come vi state preparando a questo momento di giubilo?

L'amicizia su Facebook e i contatti sugli altri social network

Logo di Facebook
Amicizia. La fortuna di Facebook si chiama così. Quelli che possono essere normali contatti, collegamenti, followers sugli altri social network, nella creazione di Zuckerberg, il cui valore oggi si aggira intorno ai 103 milioni di dollari, sono "amici". Quale migliore occasione di business se non quella nata dall'affetto e dal bisogno? Quale miglior occasione di libero accesso a tutti i dati visibili e invisibili che produciamo? Quale miglior libertà, grazie ai permessi accettati dagli utenti per poter utilizzare un giochino? Quale miglior occasione per fare soldi, se non il senso di colpa per un compleanno dimenticato? Avere tanti amici su Facebook è stato per molto tempo un vanto, qualcosa di cui andare fieri, qualcosa che definiva il proprio essere nel mondo, un peso consistente nella bilancia del potere. Sfidata "la regola dei 150", ci si è trovati tutti sommersi da una melma di contatti importanti, obbligatori e ininfluenti. Nella maggior parte dei casi, questa ciurma di nomi non è altro che cacofonia capace di confondere i piani di realtà.