mercoledì 30 maggio 2012

Verifica antisismica e interventi di miglioramento o adeguamento

Scorcio di Variano (UD)
La verifica antisismica e gli interventi di accertamento per il miglioramento o l'adeguamento della stessa secondo le norme vigenti è argomento che dovrebbe interessare tutti i sessanta milioni di italiani. Sarebbe utile porsi le domande: a chi devo chiedere per sapere se la mia casa può reggere un terremoto o se rischio di morire (io, i miei figli, mio marito/moglie, cani, gatti e chiunque sia con me nel momento del sisma)? Quanto mi costerebbe mettere in sicurezza preventiva la mia casa? Ora. Perdonate se non sarò tecnica. Scrivo pensando a mia madre e mio padre, i quali vivono in una casa e in un paese, il Friuli, ad alto rischio sismico. E, pensando a loro, penso anche a tutte quelle migliaia di persone che, come loro, vivono in situazioni simili. Desidero dare informazioni, ma anche spingere alla riflessione.

martedì 29 maggio 2012

Assolti a Rignano Flaminio

Tutti gli imputati accusati di abusi su minori, sequestro di persona e varie altre voci nel processo noto come "Rignano Flaminio" sono stati assolti. "Il fatto non sussiste". Già. Non sussiste. Tuttavia, questi bambini sono abusati. Se non dalle maestre, da chi? Gli adulti responsabili di perizie imperiture, avvocati, giudici, ordini professionali & co. sono responsabili dell'ulteriore ferita ai danni dell'infanzia. Chi glielo spiegherà ai fanciulli che, in realtà, il trauma che hanno subito,  non è mai esistito? Eppure loro continueranno a soffrire per tutta la vita e, quand'anche riusciranno a superare gli eventi, porteranno le cicatrici per sempre nelle loro esistenze. Come potranno, questi bambini, mantenere sana la loro capacità di discernimento sapendo di aver vissuto delle violenze che il mondo degli adulti non  ha voluto riconoscere? La loro infanzia è stata tradita due volte: dalla scuola e dalla giustizia. Chi pagherà il danno? I "grandi" non provano mai ribrezzo per ciò che fanno?

venerdì 25 maggio 2012

Modello 730/2013

Si potrebbe semplificare il tutto con una battuta: quando le belle notizie si tramutano in tasse. :-) Ma questa volta, sarà bello. Nel 2013, infatti, potrò compilare il mio primo Modello 730. Già. Avete capito bene! Si è ufficialmente conclusa la mia permanenza tra le fila dei disoccupati. Almeno per l'anno 2012-2013, chiaro. :-) Il contratto del servizio civile è giunto. Posso definirmi lavoratrice "per davvero". La scrittura può tornare ad essere linfa. I progetti possono sperare in forma e sostanza. Il tempo delle collaborazioni occasionali, degli impieghi gratuiti, dei "lavoretti" senz'arte né parte, delle ritenute d'acconto dell'editoria è fi-ni-to. Aspetto la concretizzazione di un'altra proposta lavorativa, che si materializzerà con un nuovo contratto e una retribuzione aggiuntiva, anche se a cadenza trimestrale. Inizia una nuova vita. Con lei, anche questo blog cambierà. Cambieranno gli argomenti, cambierete voi, cambierò io ... come sempre accade.

mercoledì 23 maggio 2012

No profit, obiettivi da raggiungere e social media: fare molto a zero euro

Cubo di Rubik. I social media e il no profit.
Questo mese di volontariato mi ha portato a contatto con il mondo del no profit. Avevo degli obiettivi da raggiungere con budget a zero euro (incluso il mio costo di lavoratrice); ho utilizzato i social media per avvicinarmi quanto più possibile al risultato voluto. Il tempo a disposizione è stato limitato (10 giorni). I miei strumenti mobili (assente la postazione  fissa) non sono andati molto oltre il mio notebook, la connessione wifi dell'associazione, la mia casalinga per il telelavoro e il mio wifi portatile durante le giornate. Se si volesse parlare di "metodologia applicata al social network", vi potrei dire che ho tentato di creare viralità grazie alle classiche tecniche gratuite ampiamente dibattute nei testi Hoepli. Non ho realizzato campagne pubblicitarie via banner oppure chiavi di ricerca per assenza di fondi. Da questa breve panoramica, vi propongo i risultati e le riflessioni a cui sono giunta.

lunedì 21 maggio 2012

Intervista a Lorenzo Spurio, scrittore emergente


Lorenzo Spurio, autore emergente italiano, mi ha contattato lo scorso mese per una recensione del suo nuovo libro. Non potendo garantire tempi brevi, ho proposto un'intervista. Così, detto fatto (quasi). Di seguito, Lorenzo ci racconterà la sua esperienza come scrittore, i contenuti della raccolta "Ritorno ad Ancona e altre storie", i suoi progetti futuri e le sue opinioni riguardo il mondo editoriale italiano.

Il rischio sismico in Italia

Foto da: www.google.it
Rischio sismico. L'Italia è un paese ad alto rischio sismico. Lo sappiamo tutti, da sempre. In questi giorni, mesi, anni, il terremoto è una costante nella nostra nostra realtà. In quest'ultimo periodo, stiamo vivendo due emergenze sovrapposte: un sisma registrato (Emilia Romagna) e delle scosse di avvertimento (bombe in tutta Italia, suicidi, lettere dalle BR, atti "isolati" di "ordinaria follia"). Colano a picco, più veloci della Concordia, centri storici, centri abitati, diritti umani, sistemi di valori e conti in banca. L'Italia è un paese a elevato rischio sismico. Le sentiamo le scosse di avvertimento?
Brindisi, Ferrara. Città che hanno riempito il week end con le loro tragiche esperienze. Mi mancano le parole, mi riempie la rabbia.

mercoledì 16 maggio 2012

Tornare a scrivere il blog

Oggi è la prima mattina di relativa libertà e relax dopo molti giorni (quanti?) di lavoro quasi del tutto no stop, dalle 08:30 alle 20:30, dentro e fuori la sede. 

Le esperienze che sto vivendo mi stanno formando e arricchendo (professionalmente parlando) molto, anche se mancano pochi giorni al gong finale. Almeno per il momento. Ma, dicevo, finalmente una mattina tutta per me. O meglio, le ore principali della mattina tutte per me. 

venerdì 11 maggio 2012

#smssolidale... perché no?

Fumetto di Fabio Bogliotti e Gianluca Serratore
#smssolidale - Dal 10 al 20 maggio è possibile donare 2,00€ inviando un sms da cellulare personale o rete fissa al numero 45501

#smssolidale - Il vostro sms contribuirà alla raccolta fondi realizzata dalla Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (F.A.V.O.). 

#smssolidale - Quanto raccolto dagli sms andrà a formare delle borse di studio per psicologi impiegati nell'oncologia, in strutture pubbliche e private, previo formazione specifica. 

#smssolidale - La borsa di studio sarà assegnata previo bando di concorso pubblico, avrà una durata di un anno e sarà valida in tutta Italia. 

#smssolidale - Per partecipare alla campagna social, è semplice! Seguite le indicazioni!

mercoledì 9 maggio 2012

Diario - Novità 2.0 per la VII Giornata del Malato Oncologico

Locandina FAVO per la VII Giornata Nazionale del Malato Oncologico

La VII Giornata Nazionale del Malato Oncologico è alle porte e questi ultimi giorni intensi stanno plasmando la campagna social per gli eventi. Che cosa bolle in pentola, quindi? Che cosa sto organizzando? Su che cosa sto lavorando? Ci sarà spazio anche per voi? Riuscirò a coinvolgere anche i vostri blog? Che risultati otterremo tutti insieme? Le risposte le avrete tutte, ma... solo se continuerete a leggere :-)

sabato 5 maggio 2012

Diario - Il secondo mese di servizio civile e la Giornata Nazionale del Malato Oncologico

Logo Servizio Civile
Il secondo mese di servizio civile volge al termine, così come l'ennesima settimana senza info precise relative alla chiusura dell'ISFOL scivola via.  Maggio è il mese della Giornata Nazionale del Malato Oncologico e io sarò impegnata in prima linea, non solo in qualità di volontaria. Anzi, a dir la verità, non sarò proprio impegnata negli stand. Quest'ultima settimana mi ha, infatti, svelato l'opportunità concreta di organizzare una campagna social (nonostante il poco tempo disponibile) per promuovere le iniziative collegate alla Giornata, la presentazione in Senato del IV° Rapporto Annuale sulla situazione assistenziale del malato oncologico, l'sms solidale istituito dalla Federazione per la raccolta fondi da destinare alla creazione di borse di studio per psico oncologi (quindi nuovi posti di lavoro). D'un tratto, il lavoro si è triplicato. 

mercoledì 2 maggio 2012

In a Wiki Wonderland e la donazione in favore di Wikipedia

Copertina "In a wiki wonderland"
"In a Wiki Wonderland" è l'antologia che io e molti altri blogger abbiamo creato a Natale, con lo scopo di aiutare Wikipedia attraverso la donazione dei proventi. Siamo riusciti a vendere 7 ebook (2,00€) e 17 libri cartacei (6,28€). Oggi mi è giunto il pagamento di quanto ci spetta e dei 120,76€ complessivi, il saldo effettivo che ho ricevuto ha raggiunto l'esorbitante cifra di 36,60€ (tolte le percentuali dell'I.V.A. - 20% sul cartaceo, 4% sull'ebook e 20% per la ritenuta d'acconto per "prestazione d'opera occasionale" -  e i costi di produzione dei cartacei, a noi addebitati). Lascio a voi ogni ulteriore commento al riguardo. Io mi chiudo in un silenzio stampa, per tutelarmi. Nei mesi passati mi sono rifiutata di promuovere quest'antologia perché molte persone si sono lamentate in quanto hanno ricevuto i libri cartacei con le pagine pari mancanti, più altri problemi generali. L'editore, nonostante le sollecitazioni, si è rifiutato di fornire nuove copie complete a chi aveva già acquistato i libri fallati sostenendo che era "colpa mia". Ho ritirato dal commercio l'antologia, visti i precedenti.
Questa non è stata un'esperienza positiva, anche se  è stata molto formativa. A riprova dell'avvenuta donazione dei 36,60€ in favore di Wikimedia Foundation pubblico la lettera che mi è appena giunta dalla stessa. La ricevuta di avvenuto pagamento, così come la ricevuta della donazione sono a disposizione di chiunque voglia controllare la veridicità delle mie parole.


Mail inviata da Sue Gardner ([email protected])

Gentile Carolina,
Sei grande! Grazie davvero per aver donato alla Wikimedia Foundation!
È in questo modo che paghiamo le bollette: grazie a persone come te che donano cinque, venti, cento dollari. La mia donazione preferita dell'anno scorso è stata quella di una bambina dall'Inghilterra, che aveva convinto i genitori a lasciarla donare la propria paghetta di cinque sterline. È gente come te, partecipando come quella ragazzina, che rende possibile per Wikipedia continuare a fornire un accesso libero e semplice a informazioni imparziali per ciascuno in tutto il mondo: sia per coloro che aiutano a pagarla, sia per chi non può permettersi di aiutarla. Un grande ringraziamento!
So che è facile ignorare i nostri appelli: sono contento che tu non lo abbia fatto. Da me e dalle decine di migliaia di volontari che scrivono Wikipedia: grazie per averci aiutato a rendere il mondo un luogo migliore. Useremo il tuo denaro con cura, e ti ringrazio di nuovo per la fiducia che hai riposto in noi.
Grazie,

Sue Gardner
Direttore Esecutivo della Wikimedia Foundation
Per tua archiviazione: la tua donazione del 2012-05-02 è stata di EUR 36.60.
Questa lettera può servire come prova della donazione. Nè beni nè servizi sono stati forniti, in tutto o in parte, per questo contributo. La Wikimedia Foundation, Inc. è una società di beneficenza no-profit che gode quindi della 501(c)(3) che dà diritto all'esenzione fiscale della donazione per i residenti negli Stati Uniti. Il nostro indirizzo è 149 New Montgomery, 3rd Floor, San Francisco, CA, 94105. U.S. Numero per l'esenzione fiscale: 20-0049703